Utente cancellato
Salve, il mio specialista mi ha prescritto una cura con due antidepressivi (Zarelis e Elontril). Leggendo il foglietto illustrativo di entrambi ho letto che sarebbe da evitare l'assunzione di alcool durante il trattamento.
Premesso che io assumo pochissimo alcool al giorno (non bevo vini, birra, aperitivi, cocktail, ecc...), mi limito solamente alla degustazione di una piccola quantità di brandy dopo pranzo e cena e nient'altro. In pratica pochi millilitri al giorno, e a volte nemmeno tutti i giorni.
Vorrei sapere se, secondo voi, una piccola quantità come la mia, può incidere notevolmente e negativamente sul trattamento.
E se dovrei smettere del tutto, oppure qualche goccio dopo i pasti me lo posso permettere...
Grazie dell'attenzione...

[#1]  
Dr. Massimo Lai

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCIA (FR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Andrebbe evitato di "appesantire" il fegato che metabolizza alcohol e farmaci, poi se si è informati si può decidere di procedere assumendosi le responsabilità di quello che si fa.
Un po' di brandy non è molta cosa ma è sempre alcohol

Mi sa dire perché questa associazione di antidepressivi? e sin dal'inizio?

Cordiali saluti
Massimo Lai, MD

[#2] dopo  
338875

dal 2016
La ringrazio della risposta... Ma l'alcool appesantisce solo il fegato o altera anche l'efficacia degli antidepressivi, amplificando o sminuendo gli effetti?
Sto curando una distimia...
Grazie...

[#3]  
Dr. Massimo Lai

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCIA (FR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Allora per entrare più nello specifico gli effetti dell'alcool sul fegato sono molteplici come vari sono gli effetti sul metabolismo dei farmaci.

L'alcool utilizza il fegato, quindi potrebbe rallentare il metabolismo di alcuni psicofarmaci semplicemente impedendone o rallentandone l'assorbimento.
Con questo stesso fenomeno potrebbe generare un accumulo di farmaci che potrebbero divenire tossici.

Opoure (ma con un uso conico di alcohol) potrebbe generare un'induzione enzimatica con conseguente metabolismo accelerato dei farmaci e minore efficacia di questi.

Per finire l'alochol avendo un effetto centrale sul sistema nervoso potrebbe avere un effetto sommatorio con alcuni farmaci con conseguente alterazione della vigilanza e possibili consegienze gravi se ci s ìi mette al volante.

Il suo consumo sembra moderato e potrebbe non esserci alcuno di questi effetti descritti, ma non glielo posso garantire al 100%.

Cordiali saluti
Massimo Lai, MD

[#4] dopo  
338875

dal 2016
La ringrazio molto del chiarimento!!!