x

x

Olanzapina e cardiotossicità

Gentili Dottori,
Dopo vari ricoveri in ospedale e conseguenti esperimenti farmacologici, durante l'ultima degenza mi è stata prescritta olanzapina 20 mg. Le voci non le sento più ma gli effetti collaterali del farmaco sono insopportabili: aumento smisurato dell'appetito e soprattutto tachicardia specialmente pomeridiana che arriva fino a 110 battiti al minuto e dura per tutto il pomeriggio e sera ( anche durante il sonno). Dopo le dimissioni son stato "affidato" al mio medico psichiatra del Centro Salute Mentale al quale ho esposto le criticità del farmaco. La dottoressa ha escluso che possa provocare tachicardia ed ha ammesso che può provocare solo aumento dell'appetito.
Io non so che fare. Esiste un centro di diagnosi e cura serio dove il paziente viene preso in carico nella sua "interezza"??? Grazie per la risposta.
[#1]
Dr. Roberto Di Rubbo Psichiatra, Psicoterapeuta 1.1k 24 4
Gentile Utente,

non entro nel merito del tono sfumatamente polemico che Lei sembra mostrare nei confronti dei suoi curanti, avrà i suoi motivi; per quanto riguarda Olanzapina, la tachicardia è un effetto collaterale che ha frequenza rara, cioè compresa tra 0,01%-0,1% dei casi trattati. Come forse Lei sa non siamo autorizzati a consigliare medici o centri di terapia. Spero che Lei possa trovare i migliori curanti possibili.

Cordialità

Dr. Roberto Di Rubbo

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie, gentilissimo dottore.
Non sono critico nei confronti dei medici, assolutamente. E' che ritenevo, evidentemente errando che l'olanzapina potesse provocare tachicardia come effetto collaterale (come è peraltro riportato tra gli effetti collaterali comuni leggendo il bugiardino).
Quindi dovrò rivolgermi al medico curante per scoprire le cause di questa tachicardia e dispnea pomeridiana e serale.
Grazie ancora.
[#3]
Dr. Roberto Di Rubbo Psichiatra, Psicoterapeuta 1.1k 24 4
Gentile Utente,
come Le spiegavo nella risposta precedente la tachicardia come effetto collaterale dell'Olanzapina esiste. Quindi Lei non erra nel ritenere che esista come effetto collaterale. Ciò che io specificavo è che tale effetto si riscontra raramente con una frequenza che va da 0,01% a 0,1% dei casi trattati.

Cordialità