x

x

Sono molto spaventata

Buongiorno ,sono una ragazza di 29 anni, assumo dropaxin gocce da 4 anni e a parere del mio medico e del mio psicologo sono perfettamente in grado di smettere e camminare sulle mie gambe . A fronte di ciò abbiamo iniziato a scalare le gocce da 20 che è la dose iniziale,Come metodo di riduzione mi hanno consigliato una goccia a settimana e tutto è andato bene fino a quando non sono arrivata a 10.Purtroppo poi sono iniziati dei sintomi orribili come continui capogiri e vomito ,nausea e una sensazione strana come se fossi da momento all'altro in procinto di esplodere dalla rabbia ,con conseguenti crisi di pianto insonnia e inappetenza.Ho riferito tutto ciò al mio medico e mi ha parlato di sintomi da sospensione e mi ha consigliato di reintegrare 2gocce ,quindi ora ne sto prendendo 12. la mia domanda è questa quanto dureranno questi sintomi da sospensione?È possibile contrastareLi in qualche modo e soprattutto è giusto il metodo una goccia settimana?? sono molto spaventata ,mi sembrano sintomi di una ricaduta ma i medici mi garantiscono che non è così e che sono sintomi del tutto normali dovuti alla crisi di astinenza da paroxetina .vorrei un vostro parere e magari un consiglio su come procedere grazie infinite
[#1]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 3.8k 185 26
Di solito la riduzione della paroxetina non dà problemi. Personalmente consiglio, salvo casi molto particolari, (in cui faccio scalare di 5 mg alla settimana) di ridurre da 20 a 10 mg, poi di attendere un paio di settimane e se non ci sono problemi di sospendere. Se compaiono sintomi come quelli descritti penso che la patologia sia ancora attiva. Il concetto di astinenza applicato a paroxetina non ha senso. Una volta che i recettori cerebrali sono liberati gradualmente dalla molecola il cervello non avverte nessuna carenza di quella sostanza.

Franca Scapellato

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie Dottoressa,le sue delucidazioni mi sono state molto utili, evidentemente non e ancora il momento di eliminare il farmaco.