Il disturbo ossessivo compulsivo

Salve cari dottori; sono ormai 6 anni che prendo psicofarmaci (elopram 20 mg, eutimil 20mg ed adesso cipralex20mg) ebbene vorrei sapere se continuare a prenderli fa male e nel caso dovessi smettere di assumerli vado incontro a qualche problema?
Sono stato operato 2 volte per un oligodendroglioma nel lobo temporale destro, faccio dei controlli periodici e assumo keppra e vimpat; per fortuna le cose vanno bene. Dopo il primo intervento sono andato dalla psicologa e ho parlato della mia vita e dei fastidi che mi tormentavano e la dottoressa e rimasta stupita dal fatto che non avessi parlato dell'esperienza del tumore. Ebbene dopo sono andato dallo psichiatra che mi ha comunicato di avere il disturbo ossessivo compulsivo e da allora ho iniziato ad assumere farmaci e le cose sono andate molto meglio. La mia vita e migliorata, forse dovrò assumere questi farmaci per tutta la vita, ma mi chiedo fanno male?
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 35,6k 852 56
Non ci sono problemi relativamente all'uso continuativo di farmaci. Si sottoponga a controlli periodici per la valutazione di eventuali effetti indesiderati.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it


https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2]
dopo
Utente
Utente
Mi capita di non riuscire a raggiungiere l'orgasmo con la partner, mentre invece con la masturbazione e tutto ok. Potrebbe essere dovuto ai farmaci?
[#3]
dopo
Utente
Utente
è una cosa che incomincia a preoccuparmi. Inizialmente pensavo fosse l'uso dei preservativi che riduce la sensibilità ma adesso penso sia qualcos'altro; per esempio eiaculazione ritardata, magari dovuta all'uso di psicofarmaci. Voi cosa ne pensate?

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test