Utente 390XXX
Salve,

Ho effettuato una risonanza magnetica nel 2013 che era negativa , durante il mio ricovero di quell'anno a seguito di una psicosi acuta. Quella diagnosi esclude problemi o malattie neurologiche ?
Ho dei sintomi come spaesamento , problemi di memoria delle cose a breve tempo , problemi a scrivere , sbalzi di umore e certe volte irritabilità . Che sia il caso di fare una visita neurologica, o sono dovuti a patologie psichiatriche come la schizofrenia ad esempio ? La mia diagnosi è psicosi reattiva . Sono in cura con 0,50 mg di Zyprexa e 150 mg di Efexor . Sono attualmente abbastanza impegnato poichè mi sono laureato a Luglio ( 19 / 07 ) e ho subito a fine Settembre ripreso le lezioni di Giurisprudenza . E in generale sono molto molto ansioso.

Grazie

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La diagnosi andrebbe un po' meglio definita a questo punto. I sintomi che Lei lamenta possono far parte del suo problema.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 390XXX

Quindi un problema prettamente psichiatrico ?
O anche neurologico ?
Si è ipotizzato una schizofrenia paranoIde.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Dal 2013 ad ora non ci dovrebbero essere dubbi sulla diagnosi, dato il periodo di osservazione.

Che differenza intende tra problema neurologico e psichiatrico ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 390XXX

Non so per esempio una demenza Pre senilneurologica.

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

A parte il fatto che non saprei a cosa corrisponda questa sua formula, quindi demenze o altro ? Questa sarebbe la distinzione ?
E quindi secondo lei le cose neurologiche si vedono in qualche modo con gli esami e quelle psichiatriche no.

Mi sembra una distinzione approssimativa, ma soprattutto non utile a nessuno.

Alla diagnosi ci pensa il medico. E anche agli esami, che possono anche non servire.

Per il resto, la cura c'è, per cui il ragionamento su come cambiarla per venire incontro alle varie fasi è bene si fondata sulla diagnosi, così si sa cosa scegliere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 390XXX

Mi riferisco a disturbi forti della memoria ( difficoltà a scrivere e a leggere ) e difficoltà di concentrazione e a reggere il ritmo dello studio o del lavoro ancora peggio.
Da essi le mie paure per demenza presenile .

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Mi sembra una distinzione molto confusa, basata solo su vago concetto di demenze come problemi di memoria, in una continuità con l'avere poca memoria, insomma...niente di definibile.

Somiglia molto a una sua preoccupazione, più che essere una domanda relativa a una o l'altra malattia.

Vale quanto detto sopra. Se la diagnosi è di disturbo ossessivo. ipocondria, oppure altro la cura è potenzialmente utile, anche se non generalmente tra le prime che si scelgono. Ma se non c'è diagnosi definita, va chiarita, così anche nel presentare la sua situazione ad altri, è più chiaro il punto di partenza.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 390XXX

Quindi che sia il caso nella prossima visita di parlare della diagnosi ( non è per nulla facile ) , io volta per volta riferisco le mie sensazioni come la concentrazione e la memoria piuttosto che l'ansia e agitazione e parlo di cosa mi sembra strano. Però non è che possa farmela da solo.

Una altra cosa, che lo Zyprexa ed Efexor possano dare i Leucociti bassi ? E aritmie cardiache ( extrasistole ) ? Sono preoccupato per il cuore.

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Infatti, la diagnosi è "cosa" del medico, ma chiarisce una serie di cose.

Come le dicevo, passa da una preoccupazione all'altra, non so neanche se impiegare il tempo delle sedute a esporre questi dubbi sia utile o controproducente.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 390XXX

La memoria e la possibile demenza che mi è stata esclusa è il mio tarlo. Ma sto cercando di superarlo.
Tuttavia una possibile perdita di memoria e delle capacità intellettive non è esclusa dal mio medico a causa della psicosi.

La diagnosi non è stata fatta e tantomeno sarà fatta , piuttosto ora che sto meglio mi concentro sullo studio e sul lavoro oltre che sullo sport e nello star bene. La terapia è minima da 2 anni e spererei che si possa arrivare a prendere solo delle gocce al bisogna fra un anno o due. I progressi ci sono ( laurea, nuoto 2 volte la settimana, esco di più e ho meno ansia, ... )
Insomma ci sono idee e paure negative ma non solo anzi..

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se continua a farsi escludere le cose, continuerà ad avere le stesse preoccupazioni, peggio di prima,

La terapia non è minima, e l'errore banale che le persone fanno è quello di credere che il grande passo sia di sospenderla o ridurla quando si sta bene. Per adesso non lo ha fatto.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 390XXX

Mi scusi ma se ho 3,75 mg di Zyprexa e 5 gocce al bisogno ? La terapia minima , lo dice il mio Psichiatra , è di 5 mg di Zyprexa e almeno 12-14 gocce .
L'unica cosa che non è minima è l'Efexor .

Mi fido del mio medico che mi segue e Lei scrive cose non vere che poi tra l'altro non mi conosce e non mi fede regolarmente ( 3,75 mg di Zyprexa e 5 gocce al bisogno sono meno del minimo e lo dicono tutti medici e infermieri ).
Ed è tale da 2 anni e le cose migliorano.

" la terapia non è minima e non è stata ridotta "

Frase quanto mai falsa e pericolosa aggiungo.

Quindi Lei o è in malafede o dice cose false.

La saluto

[#13] dopo  
Utente 390XXX

Guardi consulto il mio medico e basta, lui che mi conosce e visita da 3 anni , sa i miglioramenti cosa va e cosa no. E lui si può permettersi di dire queste cose forse Lei no !

Lei si mi permette è uno sconosciuto che dice cose non vere ( " la terapia non è stata ridotta e non è minima " ) . La terapia di 3,75 mg di Zyprexa da 2 anni a sta parte e di gocce di Rivotril tolte e solo al bisogno .

[#14]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Stiamo parlando di un disturbo ossessivo, per cui la terapia non è minimia, è una delle terapie possibili.

Per il resto se deve offendere chiudiamo qui.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le gocce, che sta riferendo solo ora, non cambiano nulla.
Stiamo parlando della terapia di un disturbo ossessivo ? OK, non è minima, è una terapia standard. Cambia qualcosa tra 5 e 3 ? No.
Se poi parliamo d'altro, lo chiarisca.

Se invece non tollera commenti che non siano in linea con quelli ricevuti da altri, il problema è suo. E' abbastanza curioso che scriva qui per avere commenti e poi si irriti e insulti chi le risponde.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
Utente 390XXX

" la terapia non è minima e non è stata ridotta "

Questa frase la contesto , nessuna offesa , ma è una cosa falsa.

La diagnosi eventuale e il disturbo ossessivo è un altra storia , sono stato ricoverato per psicosi e non è stata fatta nè prima nè ora. Quindi tutto è possibile.

[#17]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se la diagnosi non è di doc, ma di psicosi, allora torniamo al punto di prima. Questa terapia non è quella standard di una psicosi, in cui di solito si usano dosi più consistenti di antipsicotico.
Ma poiché non è mai stata definita, e poiché è strano che in una psicosi si usi un antidepressivo a dose piena, andrebbe chiarita la diagnosi.

Perché in tutto questo tempo questa informazione non è mai stata definita, che è quella che poi serve quando si pensa di togliere o ridurre le terapie, per sapere se farlo e con che sequenza ?


"La diagnosi non è stata fatta e tantomeno sarà fatta "

Questa è una follia totale. E per quale motivo ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#18] dopo  
Utente 390XXX

Ma secondo Lei 3,75 mg di Zyprexa non sono una terapia minima ? Il mio medico dice che è 5 mg il minimo. Ed è la mia terapia da 2 e passa anni.
Comunque nessun insulto ci mancherebbe Lei ha scritto una cosa non vera e io ho dissentito . Punto.

La chiudiamo in ogni caso qua, è meglio che mi consulti con chi mi conosce e vede sempre. Se no si fa solo caos .

[#19]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Dipende di che cosa stiamo parlando, non è che una dose è sempre alta o bassa indipendentemente dalla diagnosi.

Si fissi pure su delle sciocchezze e eviti di chiarire le cose importanti..
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#20] dopo  
Utente 390XXX

Guardi il suo tema della diagnosi è molto importante , purtroppo evidentemente i suoi colleghi che mi seguono sia in ambulatorio che in Ospedale non l'hanno fatto .
Io ho chiesto più volte notizie e chiarimenti precisi e loro a specifica domanda hanno risposto : Psicosi acuta .

Sarà d'accordo che meno di 5 mg di Zyprexa da 2 anni e passa sono pochi ?
L'Efexor è a dose piena si è vero , me lo ha prescritto per l'umore ma anche per la memoria che è la causa dei miei dubbi o ossessioni come dice Lei.

Poi io non è che voglia sospendere o cambiare terapia ma solo sapere e qui siamo d'accordo credo perchè e quanto ancora prendere i farmaci. Quindi se ci sono patologie importanti o meno. Se posso lavorare come sto facendo e avere una vita normale come in parte sto avendo e aspiro ad avere .

[#21]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Appunto, come dicevo, si saltano elementi importanti dopo di che dobbiamo disquisire se 5 è maggiore di 3, se 5 è poco o tanto, e cose del genere.

Vogliamo dire in una psicosi non definita ? Bene, in tal caso 5 è poco, ed è strano che ci sia un efexor a 150 mg. Ora come un anno fa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#22] dopo  
Utente 390XXX

5 mg di Zyprexa dice che è poco ed è il minimo il mio medico Psichiatra , io ne prendo 3,75 mg di Zyprexa da Aprile Maggio 2015. Invece ho sempre preso o quasi 150 mg di Efexor.
Si la diagnosi va chiarita e lo farò ancora con il mio medico curante.

Grazie

[#23]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ho capito chi lo dice, torna anche come discorso, ma allora viene appunta da chiedersi di che psicosi si tratti, visto che ha risposto a questa insolita cura con poco antipsicotico e un antidepressivo
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#24] dopo  
Utente 390XXX

Questo non saprei l'Efexor è a 150 mg da un anno e mezzo ben prima molto da quando mi lamento per la memoria ( vedi messaggi iniziali ).
E appena dimesso e nei primi mesi post ricovero ha calato molto l'antipsicotico mettendo subito un antidepressivo ( Cipralex subito dopo il ricovero ) e anche l'Abilify clando però il Risperdal.
Ha sempre detto per l'umore molto prima dalle miei paranoie sulla memoria e per attivarmi diceva.

Per la diagnosi io e anche i miei parenti abbiamo insistito molto loro prima nella fase iniziale e io dopo anche molto recentemente , i medici hanno solo inquadrato e parlato di psicosi in generale.