Utente 427XXX
Salve,

vi contatto perchè 5 anni fa è stata diagnosticata la schizofrenia a mio fratello.
Dopo il primo ricovero, ha iniziato a curarsi (iniezioni di risperdal), poi dopo delle ricerche su internet, ha letto che il farmaco riduce la massa celebrale, come una lobotomia chimica. A seguito di ciò ha interrotto la cura e ovviamente ha avuto altre due "ricadute".
Dopo l'ultimo ricovero (meno di un mese fa) gli hanno cambiato il farmaco, ora fa una siringa di xeplion (1 al mese).
Le mie domande sono:
- Questi farmaci, risperdal e xeplion, fanno ridurre la massa celebrale del paziente?
- Qual è la differenza tra xeplion e risperdal? perchè cambiare farmaco?
- Ho letto/sentito di nuovi farmaci iniettati ogni 3 mesi : sono già stati messi sul commercio? Qual è la loro efficacia? Quali sono gli effetti sul cervello?

La cosa che mi preme di più di tutte è sapere se, mio fratello, una persona davvero molto intelligente, ha speranze di condurre una vita normale (logicamente curandosi) o se questa cura lo porterà a perdere le sua capacità mentali.

Ho davvero bisogno d'avere queste informazioni se voglio convincere mio fratello a curarsi.
Nascondergli la verità o dire delle mensogne non fa altro che allontanarlo da me facendogli perdere la fiducia nei miei confronti.

Vi ringrazio in anticipo per un vostro riscontro.

Cordialmente;

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
" poi dopo delle ricerche su internet, ha letto che il farmaco riduce la massa celebrale, come una lobotomia chimica. "

Non so perché ultimamente gira questa informazione, su cui molti chiedono chiarimenti.

Intanto partiamo dal fatto che la schizofrenia riduce la massa cerebrale nel tempo, e che le cure non sempre riescono a contrastarla. E' possibile che alcune cure, per contrastare i sintomi e rendere la persona in grado di vivere, accelerino il passaggio ad una fase cosiddetta "negativa", cioè diciamo così passiva, senza agitazione e deliri violenti.
Qui però stiamo parlando di una malattia che, lasciata a sé dopo i primi anni diventa mal curabile, e che lasciata a sé senza cure ha una evoluzione deteriorativa anche delle funzioni rimaste inizialmente intatte.

Questo non c'entra nulla con la lobotomia chimica, che è un effetto funzionale, non organico (detta appunto chimica).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 427XXX

Dr Pacini,
la ringrazio per la sua risposta.
Questa informazione sull'effetto dei farmaci antipsicotici è presente innanzitutto sulla pagina wikipedia (informazione quindi facilissima da trovare su internet, sotto la voce antipsicotici), che fa inoltre riferimento a degli studi scientifici (referenze alla fine dell'articolo).
Oltre a wikipedia, anche io ho iniziato a fare delle ricerche ed ho trovato varie pagine su internet in cui si parla appunto dell'effetto de risperdal sulla massa celebrale.

Ecco per cui ho voluto chiedere informazioni a voi per poi parlarne con mio fratello.

Invece, per quanto riguarda il risperdal e lo xeplion, che differenze ci sono? Perchè cambiare il farmaco?

Grazie in anticipo.

Cordialmente,

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Il risperidone è modificato dall'organismo in paliperidone, e questo prodotto è la molecola dello xeplion. Quindi l'effetto dello xeplion c'è già nel risperdal, insieme a quello del risperidone.
Il senso fu quello di trovare una versione meglio tollerata del risperidone.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it