Utente 446XXX
Gentili Medici,

Vorrei sottoporre alla vostra Gentile attenzione una mia problematica.
Nel febbraio 2013 vivevo in un appartamento con altri studenti universitari, alla mattina io dovevo svegliarmi presto per andare a lezione, alla sera non dormivo perchè ero preoccupato che al mattino dovevo alzarmi presto, per seguire la lezione, è successo che questa preoccupazione e l'ostinazione a voler dormire mi procuravano l'effetto contrario, non dormivo. Questa cosa era terribile, volevo dare il massimo di me a lezione, per ripagare i sacrifici dei miei genitori, ma non ci riuscivo perchè non dormivo, preferivo avere un Cancro al posto di questa problematica, e non sto scherzando. Fortunatamente, ora, sono riuscito a finire gli esami e a Luglio mi laureerò in Ingegneria Elettronica e sono contento di poter dimostrare ai miei genitori che ho la stoffa per diventare un ingegnere.
Durante i vari anni, sono stato in cura va 3 psichiatri e 2 psicologi, quest'utilimi si sono rivelati ampiamente inutili, per ciò che concerne la psichiatria, ho provato diversi farmaci: Laroxyl, Elontril, Trittico, Escitalopram, Maveral, tutti presi a dosaggi efficaci e per tempi lunghi, si sono rivelati poco utili, mentre per ciò che concerne le BDZ: minias, xanax, depas. La diagnosi effettuata dai medici in parola era: s.me ansioso-depressiva.
A Settembre 2016, mi sono recato da uno psichiatra della mia città (Dott. M.M.), questo mi ha diagnosticato un disturbo di personalità ossessivo e ha giustificato in questa maniera, l'inefficacia, delle cure precedenti, ossia la diagnosi non era corretta. Mi rendo conto che in Psichiatria parlare di diagnosi, di patologie, come se queste fossero dei compartimenti stagni ha poco senso. Comunque la cura che mi ha prescritto il medico in parola era composta da: Seroquel mezza compressa da 25mg e brintellix 10mg, la cura si è rivelata molto efficace, l'insonnia era sparita. Recentemente ho sospeso la cura, in quanto, non avendo più lezioni all'Università, la mia preoccupazione di non riuscire a dormire era sparita. (Il Medico era d'accordo nel sospendere la cura).
Tuttavia sono preoccupato, ho paura che quest'insonnia, nel momento in cui troverò un lavoro, e quindi dovrò andare a lavorare presto la mattina, tornerà. Nonostante le numerose visite psichiatriche che ho effettuato, non ho mai capito perchè soffrò di tale disturbo, perchè se voglio fare una cosa (riposarmi per seguire bene la lezione il giorno dopo), non ci riesco, perchè ci dev'essere in mezzo quest'insonnia? perchè? Gli Psicologi mi ha tutti parlato di eccesso di controllo e di ossessività, ma nulla hanno risolto.
Da ultimo, preciso che non bevo alcolici, non faccio uso di droghe, fumo circa una decina di sigarette al giorno, e bevo 1 caffè al mattino.

Grazie in anticipo, Cordialità.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
L'insonnia ed un tumore non sono proprio due patologie paragonabili per cui sarebbe meglio che ridefinisca le priorità anche rispetto alle malattie che dovrebbe avere.

La terapia ultima, efficace a suo dire, comunque non ha efficacia nel disturbo ossessivo per cui la diagnosi corretta era la precedente.

Comunque, il farmaco antidepressivo è in commercio da circa un anno per cui la sua terapia è durata più o meno un periodo di tempo di circa un anno od anche inferiore.

La permanenza di una terapia per così breve tempo espone a ricadute sintomatologiche, soprattutto se il problema principale è svegliarsi la mattina per svolgere delle cose da fare.

Sarebbe meglio trattare il tutto continuativamente anche con approcci differenziati.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 446XXX

La ringrazio per la risposta,

L'ultimo Psichiatra che mi ha visitato (dott. M.M.), ha sottolineato come la componente ossessiva sia un tratto piuttosto consolidato della mia personalità.
La mezza compressa di Seroquel da 25mg era efficace per farmi dormire, ma ricordo chiaramente anche che, nel periodo in cui la assumevo, avevo meno pensieri "negativi".
e non da poco, tale farmaco, mi permesso di sospendere le benzodiazepine.
Comunque, volevo chiederle perchè ho questa insonnia? L'ostinazione di voler dormire e non raggiungere tale risultato, si tratta di una cosa frequente nella pratica clinica?

Forse come dice Lei dovrei riprendere ad assumere seroquel e brintellix, ma quali sono i pericoli di un assunzione protratta nel tempo di tali farmaci? l'effetto ipnotico di seroquel è soggetto a tolleranza?

Eventualmente, il SSN offre delle visite psichiatriche tramite il centro di igene mentale? presente nelle asl?
grazie in anticipo.

[#3] dopo  
Utente 446XXX

Un altra cosa: sicuramente essendo un Ingegnere sono ignorante in Psichiatria, ma quali sono i farmaci antiossessivi?
A me risulta che le categorie degli psicofarmaci, siano:
Antidepressivi, Ansiolitici, Antipsicotici, Stabilizzanti dell'umore

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Il seroquel induce il sonno e escplica questa azione continuativamente anche in modo sintomatico.

Brintellix sicuramente non ha attualmente indicazione per un disturbo ossessivo, per cui il miglioramento clinico (non del disturbo ossessivo) impone di pensare che ha avuto una azione sulla depressione.

Sostanzialmente al di là della preoccupazione per il sonno dovrebbe conoscere meglio le sue esigenze senza ostinarsi a voler dormire per forza.

Non posso stabilire io se le deve riassumere i farmaci, l'uso breve comunque la espone a ricadute.

I servizi pubblici di zona erogano prestazioni specialistiche al solo costo del ticket se dovuto.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#5] dopo  
Utente 446XXX

Capisco, la ringrazio.
In effetti Brintellix mi era stato dato per contrastare una componente depressiva.

[#6] dopo  
Utente 446XXX

Gentile Psichiatra,

volevo chiederle se ci sono controidicazioni nel lungo periodo a svolgere tale pratica: Alla sera metto 20 gocce di xyzal in un bicchiere d'acqua, si tratta di un antistaminico utilizzato per la rinite allergica (patologia di cui soffro), e contemporaneamente assumo anche seroquel e brintellix visto che i farmaci sono da assumere alla sera secondo prescrizione medica.

Non ho riscontrato problemi nel svolgere tale pratica, inoltre se contestualmente all'assunzione del farmaco consumo della birra ho notato che l'effetto di seroquel risulta più marcato, immagino che quest'ultima pratica sia altamente sconsigliata nella pratica clinica.

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
L'antistamico nel lungo termine potrà non funzionare, inoltre ne sfrutta un effetto collaterale che potrebbe non permanere.

Anche l'uso di alcool non è consigliato.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#8] dopo  
Utente 446XXX

Grazie ho capito.

Nella sua esperienza in Psichiatria, l'utilizzo di seroquel è frequente nel trattamento dell'insonnia? In particolare non riesco a comprendere come una dose così modesta (25mg) possa esercitare un tale potere ipnotico.

Inoltre, sono preoccupato circa un aspetto riscontrato su internet: digitando parole come seroquel weight gain si trovano dei riferimenti che mettono in luce la capacità del composto in parola ad indurre aumento di massa grassa. Capisco che quello che c'è in rete non è parte della letteratura scientifica, ma evidentemente se molti ne parlano il fenomeno è importante rilevanza.

Grazie in anticipo, Cordiali Saluti.