Utente 449XXX
Salve, sono affetto da disturbo bipolare psicotico, a settembre ho avuto una ricaduta psicotico maniacale e ho dovuto passare dalla quetiapina 600 mg/die prima ad invega poi abilify e infine olanzapina 2,5 mg + 10 mg di paroxetina. E' stato un anno difficile dove oltre a cambiare farmaco più di una volta ho avuto una forte depressione che si è risolta finalmente. Il problema è che ho del tremore continuo che si è ridotto dopo aver abbassato l'olanzapina da una pastiglia e mezza a mezza pastiglia al die. Vorrei proporre al mio psichiatra di ritornare alla quietapina o utilizzare un altro farmaco che non mi comporti questo fastidioso effetto collaterale, in quanto con la quetiapina questo tremore non mi capitava. Sarebbe una buona cosa tornare alla quetiapina visto che l'ho usata 5 anni e sono stato più che bene? O ho assunto una sorta di farmacoresistenza a questo medicinale visto che ho dovuto cambiarlo per fermare la fase psicotica? Il mio dottore mi propose anche il sycrest ma non l'ho mai utilizzato, quindi non so bene che effetti collaterali ha, io vorrei solo tornare allo stato di benessere senza avere fastidiosi tremori da neurolettico, e naturalmente fare una terapia che non mi faccia avere ricadute. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Evidentemente la quetiapina è stata giudicata non più affidabile vista la ricaduta, a meno che non sia ricaduto dopo averla sospesa.
Di alternative ce ne sono vedo che il suo psichiatra le sta provando per trovarne una che tolleri bene.
Essendo un disturbo bipolare uno dei modi di poter usare dosi minori è impiegare anche un antimaniacale non antipsicotico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 449XXX

Il sycrest com è come farmaco? Potrebbe essere utile per le mie esigenze?

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non mi perderei nel valutare a vuoto un'opzione anziché un'altra. Il suo medico le sta scegliendo eventualmente con una logica.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it