x

x

Paroxetina e problemi sospensione

Assumo da 9 mesi paroxetina per problemi di ansia. Ho effettuato un periodo di 2 mesi a 20 mg, poi sono passato a 10 (avevo forti effetti collaterali) e da due settimane a 5.
Mi sono sempre confrontato col mio medico prima di ridurre.
Ho dovuto ridurre il farmaco perché non lo reggevo. A 20 mg avevo effetti collaterali, ma soprattutto il farmaco mi mandava troppo su di giri. Sudavo in viso, andavo in sovraeccitazione, avevo un'energia fuori dal normale, ero molto più irascibile e più facilmente irritabile, cosa che nella normalità non sono.
Per questo ho dovuto fare la riduzione e per alcuni mesi è andata bene, ma ho iniziato ad avere grossi problemi di insonnia, di attività onirica molto, troppo intensa; sono stato obbligato quindi a calare la dose ulteriormente, perché non dormendo la notte, e non riposando bene a causa di questi strani sogni mi rovinavo pesantemente le giornate.
Col medico abbiamo pensato che per il "mio caso" possano essere sufficienti anche soli 5 mg, il resto dovrei risolverlo con la psicoterapia.
Passo alle due domande: da 10 giorni non sto bene, volevo sapere se questa enorme stanchezza che sento, intontimento generale, mal di testa, insonnia, etc, può essere causato dal passaggio da 10 a 5 mg al giorno, e quanto tempo ci vuole prima che il farmaco si stabilizzi e io possa tornare a stare meglio?
Grazie

[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 899 61
Sottodose il farmaco perché ha avuto un episodio paradosso con 20 mg non ha alcun senso.

Anche stabilire che deve fare una psicoterapia per mantenere il dosaggio basso è una cosa senza alcun significato clinico.

La psicoterapia richiede condizioni di eleggibilità a priori e non sulla base della risposta ad un solo farmaco.

Se ha avuto effetti spiacevoli, il passaggio è di cambiare farmaco è provarne uno con diverso profilo.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Attivo dal 2017 al 2017
Ex utente
Anche stabilire che deve fare una psicoterapia per mantenere il dosaggio basso è una cosa senza alcun significato clinico.

Lei non ha capito cosa intendo: mi sono recato da uno psicologo, che mi ha appunto avvertito della necessità di dover associare alla terapia farmacologica quella psicoterapeutica. Questo a prescindere dal dosaggio che sto assumendo.

Vorrei che rispondesse alla mia domanda, altrimenti il consulto non mi è stato di alcuna utilità:

Questa enorme stanchezza che sento, intontimento generale, mal di testa, insonnia persistente, etc, può essere causato dal passaggio da 10 a 5 mg al giorno, e quanto tempo ci vuole prima che il farmaco si stabilizzi a questa dose ridotta - ricordo che ho iniziato la riduzione 16 giorni fa - e io possa tornare a stare meglio?

Grazie