Utente 353XXX
Buongiorno.
Descrivo in breve la mia situazione. Ho 44 anni, soffro da quando ne ho 20 di attacchi di panico e somatizzazioni che ho curato negli anni con psicofarmaci...ogni volta che sospendevo la cura ...stavo bene per circa 5 anni ...poi ci ricascavo. Attualmente sono 6 anni che non prendo niente. Ho però 15 kg da mandare giù (5 sono riuscita a perderli con tanta fatica). E' da un po' di tempo che ho fastidi allo stomaco (sto facendo una cura con pantoprazolo 40 a pranzo e valpinax 1 compressa al mattino e 1 compressa il pomeriggio). Il mio medico curante (che è psichiatra) sostiene che i miei problemi di stomaco siano legati alla mia ansia. Fatto sta che sono mesi che ho paura di avere un male incurabile, passo le giornate su internet, mi autoalimento l'ansia che ho già in pratica...passo giorni in cui sto bene, altri in cui piango per qualsiasi cosa . Premetto che il prox anno mi sposerò (l'ho sempre desiderato tanto. è un sogno che si avvera ...ma ora lo vivo con l'ansia forse perché non sto bene). Il mio medico ha deciso di introdurre oltre ai medicinali di cui sopra Daparox 20 mg. Avevo chiesto gentilmente visto che 8 anni fa avevo fatto una cura con Zoloft e non mi aveva dato particolari problemi né di sintomatologia particolare né di significativo aumento di peso, di poterlo ripetere..ma il mio medico mi ha detto che secondo lui Zoloft mi avrebbe fatto ingrassare rispetto al Daparox e mi ha liquidato dicendo che dal medico non si contratta come con i vucumprà e che quindi bisogna fare ciò che dice il medico. Ok. Ho accettato questa risposta ed ho acquistato il Daparox. Quando ho letto che si tratta di paroxetina però mi sono agitata poiché è la stessa sostanza del Seroxat, che fu la mia cura a 25 anni. Con quel medicinale i miei attacchi di panico erano spariti e stavo bene, ma mi provocava un istinto compulsivo verso iil cibo molto forte, portandomi a gonfiare e ad ingrassare 12 kg...ricordo che non riuscivo a fermarmi specialmente con i dolci. Ho chiamato il medico esponendogli questo problema riscontrato con questo medicinale rispetto allo Zoloft e le miei perplessità visto che ora ho 44 anni e peso 82 kg...non mi posso permettere per la mia salute di ingrassare così. E lui mi ha detto che per la mia situazione attuale il medicinale più adatto è il daparox e non transige. Quindi il risultato sulla mia psiche è il contrario. Sono agitata, depressa, ...ho il Daparox sul comodino e non riesco ad iniziare a prenderlo perché non voglio e non posso permettermi per la mia salute di fare la fine di quando avevo 25 anni (a quell'epoca ero magra e cmq con fatica sono riuscita a dimagrire un pochino con una nutrizionista, perché mi aveva bloccato il metabolismo). Non so cosa fare. Sono due gg che addirittura i miei dolori di stomaco sono spariti (o è il Valpinax che sta facendo effetto o la mia testa che non vuole prendere il Daparox). Vorrei capire se veramente lo Zoloft non può essere utilizzato nella mia situazione. Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Esistono in commercio farmaci che possono dare un minore impatto sul peso corporeo, sebbene la presenza di un effetto collaterale con più farmaci della stessa classe può replicarsi con gli altri prodotti.

Sarebbe il caso di sentire il parere di uno psichiatra che pratichi la professione come tale.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 353XXX

Dott.Ruggiero la ringrazio infinitamente per la risposta. Purtroppo il mio medico di base che è psichiatra, esercita anche la professione. È per questo che sono rimasta un po' basita da questa intransigenza e poca apertura a modificare il farmaco, visto l'effetto che mi ha dato in passato. Quello che le chiedevo era un suo parere medico sulle eventuali motivazioni che possono averlo spinto a non prescrivermi Zoloft, che invece aveva avuto su di me un buon effetto e poco aumento di peso (preciso che 8 anni fa lo zoloft mi fu prescritto da un altro medico e non avevo lui come medico curante). Inoltre mi trovo in una situazione imbarazzante poiché essendo lui il mio medico di base, mi torna male dopo la sua prescrizione, rivolgermi ad un suo collega per una cura alternativa alla sua e tra 15 gg quando dobbiamo rivederci sia per Daparox sia per gli altre medicinali valpinax e pantoprazolo, dirgli che mi sono rivolta ad un altro... Non so davvero come fare...ma c'è in ballo la mia salute...se posso le chiedo un consiglio su come comportarmi. Grazie.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Probabilmente esercita la sola professione privata in quanto non vi è compatibilità con il lavoro di medico di famiglia.

Le motivazioni di una non prescrizione le conosce solo chi non la fa.

Per quanto mi riguarda deve cambiare psichiatra.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#4] dopo  
Utente 353XXX

Si esercita la professione privatamente. La ringrazio molto per la pazienza e per la pronta risposta. Per ora non inizierò la cura con Daparox e cercherò con calma la soluzione migliore per cambiare psichiatra senza entrare in attrito con lui che è anche il mio medico di base...al momento sinceramente non so come fare...ma la mia salute è più importante dell'eventuale diverbio con un medico.