Utente 459XXX
Buongiorno.
Da circa 2 anni prendo Trittico 100 mg per un problema di insonnia, prescritto da un neurologo.
Negli ultimi mesi però ho iniziato ad avere problemi di intestino, che dopo diversi esami un gastroenterologo ha imputato a sindrome del colon irritabile (dopo avere escluso altre cause). Sono anche risultato intollerante al lattosio.
Trittico 100 in compresse contiene sia lattosio che olio di ricino.
Vorrei interrompere quanto prima Trittico (quanto meno in compresse) dato che lo sto prendendo "per abitudine", essendo in buona parte risolti i problemi di sonno.
E' necessario scalare? Come posso muovermi?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Seguire il parere del medico, che certamente non glielo fa continuare così per abitudine. Il trittico è un farmaco che modula il sonno ma anche un farmaco per la depressione, per cui il fatto che corregga il sonno può esser vero perché fa questo agendo su una sindrome depressiva (biologicamente parlando, anche se non ancora iniziata o non sempre attiva con tutti i suoi sintomi). Ragioni anche in riferimento alla dose, che non è minima, è normale.
In presenza di sintomi di origine analoga (il colon irritabile è spesso associato a disturbi psichici) è discutibile decidere di lasciare una terapia di questo tipo. Però non è chiaro se è intolleranza al lattosio o colon irritabile, e come è stata accertata l'intolleranza, perché non tutti i metodi forniscono risultati con un preciso significato clniico.
Quindi si confronti con il neurologo che l'ha seguita fino ad ora.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 459XXX

Buonasera Dottore e grazie. Nessuno in realtà mi sta facendo continuare questo farmaco. Il dottore che me lo ha prescritto due anni fa non lavora più in Italia, e ai tempi mi aveva semplicemente detto di prenderlo fino quando il sonno non si fosse regolarizzato. Io per abitudine ho continuato finora. La mia domanda (dato che non posso consultarlo) è quindi semplice: come posso provare a scalarlo?

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Allora io farei rivalutare la cosa ad un medico, perché non è detto che (al di là del motivo per cui lo ha proseguito) la terapia sia da liquidare come una terapia per il sonno e basta. E' pur possibile, ma farei rivedere la questione a qualcuno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it