x

x

Gelosia ossessiva e insonnia

Salve sono una ragazza di 21 anni e in questi mesi ho affrontato davvero una situazione traumatizzante per me: sono fidanzata da 5 anni con un ragazzo con il quale ho condiviso tutto fin da subito e che a poco a poco è diventato il centro del mio mondo. Da ottobre a dicembre dell'anno scorso siamo entrati in crisi a causa del suo atteggiamento indifferente, chiuso e irritabile nei miei confronti e io a dicembre ho iniziato ad avvertire un peso enorme accompagnato da torpore e insonnia che si è protratta per altri due mesi. La situazione con il sonno si stava per risolvere poiché avevo deciso di affrontare cosa avesse scatenato la crisi con lui, ma di lí a poco ho scoperto che era uscito senza dirmi nulla con una ragazza con cui eravamo usciti insieme e due o tre volte l'anno prima e con cui aveva iniziato a suonare la chitarra per poter pubblicare delle cover su internet visto che lei è una youtuber. Da quel momento è iniziata la mia spirale autodistruttiva: insonnia cronica, ansia e panico fortissimi, tachicardia, pensieri ossessivi, immagini mentali, sensazione di smarrimento, apatia dovuta alla stanchezza, rabbia e tristezza represse, problemi gastrointestinali, poiché lui ha continuato a frequentarla nei mesi successivi fino ad oggi. Non riuscivo più a fare nulla, ad alzarmi per andare all'università, a trovare la forza di studiare e di non pensare. Ho provato a parlarne tantissime volte con lui, che stufo della mia insicurezza e gelosia non riusciva a capire cosa provassi. Ho provato a fare analisi del sangue, della tiroide e degli ormoni ma è risultato tutto negativo. Per due mesi ho provato con dei rimedi naturali che mi rilassavano solo a livello fisico e per poco tempo senza ottenere risultati. Da un mese e mezzo a questa parte, dopo aver nascosto la mia sofferenza ai miei genitori per mesi, ho deciso di riprendere in mano la mia vita e di cominciare una psicoterapia unita all'assunzione dei fiori di Bach prescritti dalla mia omeopata e da mezza pastiglia di xanax da 0,25, mezza di mattina e mezza la sera prima di andare a dormire. Devo dire che molte cose sono migliorate anche perché abbiamo deciso di ricominciare da zero io ed il mio ragazzo con la nostra relazione, i sintomi si sono decisamente attenuati ma sono 2-3 giorni che lo xanax non fa più effetto quando vado a dormire, sento la testa e gli occhi pesanti come se non avessi chiuso occhio. Non sono mai andata dallo psichiatra per paura che mi prescrivesse troppi psicofarmaci per la mia condizione e la mia psicoterapeuta (abbiamo fatto solamente 3 sedute) non si è ancora pronunciata in merito ad una diagnosi o a un eventuale disturbo. Cosa mi consigliate di fare? Continuare comunque a prendere lo xanax, i fiori di Bach e fare psicoterapia due volte al mese oppure rivolgermi ad uno psichiatra per una diagnosi completa ed eventualmente cambiare trattamento farmacologico? Poiché sinceramente vorrei avere delle risposte concrete su cosa mi sia successo e mi stia succedendo.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 898 61
Sarebbe meglio che si rivolga ad uno psichiatra per far inquadrare seriamente la situazione.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto per aver risposto, ne parlerò con la mia psicoterapeuta. Lo xanax e i fiori di bach mi stanno aiutando tantissimo, sono come rinata rispetto a prima, ma mi piacerebbe anche avere il parere oggettivo di uno psichiatra per un trattamento il più efficace possibile.
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 898 61
Chi ha prescritto lo Xanax? La sua psicoterapeuta è medico?
[#4]
dopo
Utente
Utente
No in realtà me lo ha prescritto il mio medico di base poiché avevo bisogno di qualcosa per dormire (certe notti non dormivo per due-tre giorni di fila) e per attenuare i sintomi ansiosi e la tensione muscolare perché non ne potevo più. Mi ha detto di prenderne metà compressa da 0,25 e vedere come sarebbe andata. In generale sto decisamente meglio sia con il sonno che con il resto, anche l'umore è decisamente migliorato. Ovviamente è da poco tempo che prendo sia lo xanax che i fiori di Bach (17 giorni) quindi non mi aspetto un miglioramento improvviso. Il primo giorno che l'ho preso ho dormito come un sasso, poi due tre giorni dopo ho avuto qualche effetto collaterale ma poi ha ricominciato di nuovo a fare effetto. Mi ha detto di continuare il trattamento per due-tre mesi se sarebbe andato bene, altrimenti avremmo valutato altre alternative insieme, perché la dose è ridottissima.
[#5]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 898 61
Il farmaco non ha indicazione nei disturbi del sonno e non può essere utilizzato per tempi lunghi.

Deve fare riferimento ad uno specialista in psichiatria.


Per inciso, i fiori di Bach non servono a nulla
[#6]
dopo
Utente
Utente
Okay la ringrazio. I fiori di Bach sinceramente li sto trovando davvero utili invece e conosco tante persone che nel tempo sono riuscite a guarire da molte malattie e a riequilibrare l'organismo. Non credo siano inutili solo perché non sono psicofarmaci.