Utente 473XXX
Gentili Dottori, soffro di Disturbo Bipolare di II tipo dal 2009. Ho cambiato 4 psichiatri e sono stato ricoverato 6 volte in Casa di Cura privata. Per la fase depressiva ho provato TUTTI i SSRI e SNRI, nonché Deniban e Wellbutrin. Per concomitanti patologie urinarie, lo spettro dei farmaci che potevo assumere si è ampiamente ridotto e gli unici che ho assunto con beneficio sono stati Sertralina e Fluoxetina. Del pari, per prevenire episodi maniacali e stabilizzare l'umore ho provato TUTTI i farmaci a ciò deputati.

La mia terapia attuale (d'inverno cado in fase fortemente depressiva) consiste in:

- Brintellix 15 mg la mattina;
- Rivotril cp 2 mg 2x3;
- Abilify 10 mg dopo pranzo;
- Carbolithium 300 mg 1+1+2;
- Lamictal 100 mg 1+0+2;
- Entumin 6 gocce 1 ora prima di coricarmi;
- Seroquel 100 mg come sopra;
- Mirtazapina 15 mg al momento di coricarmi.

Vi pongo due quesiti: non sarebbe efficacemente razionalizzabile, questa terapia? Il Brintellix è una scommessa o è realmente efficace (nel senso che si è dimostrato tale per l'esperienza che ne avete)? Grazie!

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Nel disturbo bipolare la terapia dovrebbe idealmente tendere alla stabilizzazione, e non è detto che debba comprendere antidepressivi, anzi. Questa sua è decisamente composita, con il rischio di associare molecole tra loro contrastanti, che si pareggiano l'una con l'altra (antidepressivi e antipsicotici).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it