Utente cancellato
Gentili specialisti, avevo aperto già un’altra discussione ma poi non ho avuto più risposte ed ora provo da qui. 10 anni fa cominciai una cura di daparox 20 mg al giorno per attacchi di panico. La cura la comincia due volte , la prima volta perché mi fu fatta assumere subito la dose piena e sono finito in pronto soccorso. Un po’ più in là cominciai la cura con un progressivo incremento ogni settimana , 5,10,15,20 senza ausilio di alcun ansiolitico e filo’ tutto liscio. Fatta cura per sette otto anni , poi un anno e mezzo fa si decise di interrompere non senza fatica. Sono stato bene un anno e un po’ per gli attacchi di panico, poi in seguito ad accaduti personali, è tornata ansia e attacchi di panico. Ho cominciato sotto consiglio dinuna psichiatra subito con xanax tre volte al giorno , ma non lomtolleravo per niente, addirittura gli stati di ansia peggioravano, insieme allo xanax ho ricominciato Paroxetina 5 gocce, ma al quinto giorno ho avuto una crisi minore, ma simile a quella di anni fa. Allora nonostante lo scetticismo del mio psichiatra ho ricominciato una goccia per volta anche ogni 5 giorni, poi un po’ di giorni fa il mio psichiatra mi ha detto di accelerare la salita, è così prendo una goccia in più al giorno, ad 8 gocce si sono presentati sintomi fastidiosi. Un senso di calore quasi di bruciore, tremori alle mani, un aumento di inizi di attacchi di panico, forte nausea, a nove gocce ieri, oltre questi sintomi avevo una sensazione di febbre , la temperatura durante il giorno è rimasta ferma a 37, solo ieri in serata è arrivata a 37,3 , la pressione è stata buona tutto il
Giorno 120/80. E i battiti in un momento di forte ansia hanno toccato come punta massima 96.oggi ho ripreso per tranquillità le nove gocce, finora solo un po’ di nervosismo. Ho telefonato al mio psichiatra che vedrò comunque giovedì , mi ha consigliato per la presenza dell’alterazione della Temperatura di arrivare a 10 gocce per poi valutare gli effetti e rivalutare al limite la terapia. Quello che chiedo come può essere che anni fa incrementi di 5 gocce siano andati tranquilli ed ora sto penando in questa maniera? Secondo, esistono altri SSRI con meno impatto di effetti collaterali e la stessa efficacia della Paroxetina. Può essere che abbia questi effetti sgradevoli già con poche gocce e non a dose piena di 20 mg? Ringrazio da adesso se qualche medico volesse spiegarmi meglio, buona giornata!

[#1] dopo  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Ci sono molte persone per le quali l'incremento del dosaggio di paroxetina, anche molto graduale, può portare fastidi molto sgradevoli, nonostante il farmaco sia stato già assunto in passato. Altri SSRI potrebbero avere un impatto minore ma questa non è una certezza. A seconda dell'andamento dei prossimi giorni occorrerà valutare assieme allo psichiatra se proseguire con la paroxetina e come oppure se orientarsi su un altro farmaco.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2] dopo  
197220

dal 2018
Grazie dottore, oggi sono salito a nove gocce, ieri ero a 8,, avevo scritto errato, diciamo che gli effetti più sgradevoli tipo tremori delle mani e nausea sono stati quasi nulli, qualcosina di impercettibile ma nulla a che vedere con i giorni passati, l’unica cosa questo rialzo della temperatura che era di 37,2 dopo pranzo e 37,4 alle 20, pulsazioni questa sera 72 , pressione 120/70. In linea di massima nonostante una goccia in più è andata meglio a parte la temperatura . L’unica differenza con i giorni passati è che mentre ieri e ieri l’altro aveva piovuto e non sono praticamente uscito, stamane ho potuto camminare un’ora in salita, sembrerebbe che stancandomi gli effetti diminuiscano un po’, ci può essere relazione tra paroxetina e movimento?! Penso di ripetere le nove gocce domani , e poi dieci dopodomani e poi fermarmi per un po’ come consigliato dal mio psichiatra. Ma se la temperatura domani dovesse salire ancora lo chiamerò.

[#3] dopo  
197220

dal 2018
Volevo cortesemente fare un’altra domanda , adesso è circa un mese e mezzo che assumo come copertura ansiolitica Tavor oro 1 mg la mattina e mezzo mg verso il tardo pomeriggio, è una mia impressione o il medicinale sembra perdere efficacia? La mattina specialmente non riesce a debellare completamente l’ansia forte che provo al risveglio. Sto anche valutando che la pasticca orosolubile dovrebbe avere effetto quasi immediato invece impiega circa un’ora e mezza o due per agire sufficientemente. Grazie

[#4] dopo  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
L'effetto degli ansiolitici va incontro ad assuefazione ossia occorre un dosaggio progressivamente maggiore per ottenere lo stesso effetto terapeutico. Per questo motivo questo tipo di farmaci dovrebbe essere assunto per periodi brevi. Chiarisca anche questo aspetto con il suo specialista.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#5] dopo  
197220

dal 2018
Cortese Dottore Martiadis , ieri come detto ho avuto dopo l’assunzione di nove gocce di daparox un rislzo di temperatura diciamo da37,2 dopo pranzo fino a 37,4 verso sera, temperatura che poi è tornata a 36,8 verso le 22, solo quello senza altri effetti collaterali eclatanti. Stamane ho richiamato il mio psichiatra perché anche senza assumere daparox la temperatura era già a37, e lui è del parere che non c’entri Nulla con il medicinale e dinprenderlo quindi tranquillamente, secondo lei può essere tranquillamente così? Mi scusi ma la mia paura è sempre quella dinuna sindromeserotoninergica, essendo rimasto scottato tanti anni fa.

[#6] dopo  
197220

dal 2018
Gentilissimi Dottori, Oggi malissimo, sensazione di febbre alta, ma senza temperatura massimo 37, senso di bruciore nel corpo alternato a freddo, pressione arteriosa 120/80. E battiti tra 62 e 80. In attesa della visita di giovedì smetterò di prendere daparox , non è possibile stare così , ......... spero ci sia un farmaco da prendere meno invasivo come effetti colllaterali. Ringrazio coloro che vogliano intervenire. Sono spaesato ieri 9 gocce solo un po’ di temperatura e situazione tranquilla oggi stesso dosaggio un inferno di sensazioni di malessere. Oltre tutto dolori simil influenzali a gambe e tronco. Continui attacchi di ansia che tendono a sfociare in panico anche se restano soffocati. Prego qualche dottore presente se può tranquillizzarmi , o se devo fare qualcosa perché sto male stasera. Il mio psichiatra non da il suo numero di cell. Grazie a chi volesse intervenire

[#7] dopo  
197220

dal 2018
Continuo a scrivere qui sperando in una risposta di qualche gentile Dottore. Fatta visita dallo psichiatra e si è deciso di interrompere la introduzione della Paroxetina , mi sono fermato a 10 gocce , dopo due giorni dsll’interruzione la situazione malessere è migliorata e anche quel forte senso di bruciore e di calore dentro il corpo, inoltre sembra essere rientrato quel lieve rialzo termico della temperatura quel fastidioso 37,3. Il mio psichiatra ora mi ha ordinato una settimana di tempo per dare modo all’organismo di smaltire il farmaco e i sintomi, e poi vorrebbe cominciare ad introdurre un altro antidepressivo, uno nuovo , il Brintellix di cui non ho mai sentito parlare, mi ha detto che oltre il resto dovrei avere molti meno problemi sulla sfera sessuale e dell’ingrassamento. Io ho letto che si tratta di una farmaco per depressione maggiore, e mi è venuto qualche dubbio circa la validità sugli attacchi da panico. È pur vero che secondo lui è presente in me anche una leggera depressione è un forte atteggiamento ossessivo compulsivo. Spero che tutto vada bene stavolta, e spero sempre di evitare anche se lievi quei sintomi che sembrano lievi sindromi serotoninergiche. Ringrazio colui che vorrà rispondere ai miei dubbi. Grazie