Utente 473XXX
Buonasera, il mio psichiatra mi ha prescritto 2 gocce al giorno di daparox, da portare a 5 nella settimana successiva. Mi ha informato dei possibili effetti collaterali, quali nausea ed aumento dell’appetito. Qualcuno potrebbe darmi delucidazioni a riguardo? Ho letto di persone che hanno preso anche 10-15kg...
È possibile inoltre che dia sonnolenza?

[#1] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La dose è bassa, difficile che le dia effetti collaterali davvero fastidiosi. L'appetito può aumentare ma se si controlla non prenderà peso, semmai potrà notare un reversibile calo del desiderio sessuale che, di solito, è l'effetto secondario più "noioso".
Peraltro si tratta di un ottimo farmaco, molto efficace e senza rischio di assuefazione.
PS può dare sonnolenza ma di solito lieve
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria
www.mariosavino.com

[#2] dopo  
Utente 473XXX

Ed altri effetti indesiderati importanti quali possono essere? Sul foglio illustrativo compaiono casi di pensieri/comportamenti autolesionistici e difficoltà di concentrazione (il che sarebbe un problema essendo una studentessa universitaria). Preciso che mi è stato diagnosticato un disturbo d’ansia con demoralizzazione secondaria ed essendo la prima volta che ricorro a tali farmaci sono un po’ titubante. Grazie per la celere risposta

[#3] dopo  
Utente 473XXX

Un’altra domanda, mi scusi. Una volta sospeso il trattamento, cosa prevista per questa estate, c’è possibilità di comparsa di effetti indesiderati di qualunque tipo?

[#4] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Il farmaco è indicato per il suo disturbo ed eventuali effetti secondari sono reversibili modificando la dose. o sostituendo il farmaco. Se la cura funziona nel giro di qualche settimana concentrazione e altro migliorano.
Il riferimento a idee e gesti autolesivi lo trova su tutti gli antidepressivi-antiansia ma si riferisce solitamente a patologie più gravi e non è un'evenienza frequente (altrimenti questi farmaci non potrebbero essere commercializzati).
Sospeso il trattamento l'esito dipende dal decorso del disturbo, se si è trattato di un episodio singolo starà bene, se invece l'andamento è cronico o ricorrente manterrà una dose ridotta di mantenimento più a lungo, come per tutti i disturbi nervosi e internistici.
Con questi farmaci gli eventuali effetti indesiderati, se ce ne sono, compaiono all'inizio del trattamento e non dopo la sospensione, in altre parole non ci sono "strascichi".
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria
www.mariosavino.com