Utente 482XXX
Buongiorno sono un ragazzo di 30 anni , premetto che ho gia sofferento in passato di attacchi d'ansia e ne sono uscito fino a poco tempo fà che ho avuto un episodio in un centro commerciale, mi sono sentito disorientato, giramenti di testa e mi sento cadere all'indietro. Da quel momento fatico a affrontare spazi aperti, aereoporti, città , traffico.. sono preoccupato.. davanti a grandi strutture ho sbandamenti e paura ad avvicinarmici.
Se puo aiutarvi aggiungo che ho problemi di ipotiroidismo, prendo regolarmento eutirox 50 , i miei risultati degli ultimi esami svolti la settimana scorsa sono
COLESTEROLO HDL 82
TIREOTROPINA TSH 4.12
Inoltre soffro di acufene all'orecchio destro con leggera perdita dell'udito
E come ultima cosa aggiungo che ho avuto un incidente in macchina con trauma cranico circa 8 anni fà..
Chiedo gentilmente un vostro consulto perchè sto cominciando a isolarmi e ho il terrore di dover andare in una qualsiasi città . Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
L'episodio che descrive sembra un tipico attacco di panico. Tutte le informazioni che riferisce sono da comunicare a uno psichiatra, che farà una diagnosi precisa e le darà indicazioni per la terapia. Se ha difficoltà a telefonare per un appuntamento oppure a recarsi alla visita può chiedere a un familiare o a un amico di accompagnarla.
Franca Scapellato

[#2] dopo  
Utente 482XXX

La ringrazio,
personalmente non mi sento stressato o giu di morale... pratico sport e ho cura del mio corpo, ma probabilmente ho un qualcosa che mi causa ansia e vertigini... parte con un dolore alle tempie... giramenti di testa, gambe rigide ecc... domattina provvedo a contattare il medico per un appuntamento in modo da far luce a questo momento buio

[#3] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Non necessariamente il panico è collegato a stress o depressione, l'ansia e le somatizzazioni di solito sono prodotte da uno stato di allarme che dopo il primo attacco di panico si automantiene, si ha paura della paura.
Franca Scapellato

[#4] dopo  
Utente 482XXX

In effetti ho paura di affrontare determinate situzioni per paura di perdere il controllo di me stesso.!
Anche in questo momento mi sento fame d'aria e leggere vampate di calore pur essendo in casa, quindi senza ombra di dubbio ho problemi d'ansia.
Quindi secondo il suo parere con una terapia adatta è possibile tornare alla normalità pur sapendo che certi posti e situZioni potrebbero causarmi degli attacchi di panico?
La ringrazio di cuore per la disponibilità dtt.ssa.!

[#5] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Sì, ci vuole la terapia adatta e l'impegno da parte del paziente a sperimentare con gradualità le situazioni problematiche, ma dalla paura che paralizza e fa star male si può uscire.
Franca Scapellato

[#6] dopo  
Utente 482XXX

La ringrazio tanto per il suo supporto...
dtt.ssa

[#7] dopo  
Utente 482XXX

Questa mattina sono andato dal medico , ho spiegato la situazione e mi ha prescritto una visita neurologica prevista per il 6 marzo , e tavor oro in caso di situazione fuori controllo, ci tenevo ad aggiornarla vista la sua disponibilità ed a un eventuale parere suo
Grazie

[#8] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Non capisco la visita neurologica, lo specialista da consultare è lo psichiatra. Il tavor può servire a tamponare la situazione, l'importante è non usarlo per lunghi periodi e in dose eccessiva.
Franca Scapellato

[#9] dopo  
Utente 482XXX

Credevo anch'io
Mi ha detto per via del mal di testa sopra le tempie e per il fatto dell'equilibrio che in alcuni episodi ondeggia..! Dopo la visita valuterà la situazione suppongo in caso contrario provvedo personalmente... il tavor lo tengo con me, ma conto di non usarlo a costo di evitare certi posti che potrebbero agitarmi in questo periodo

[#10] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Ah, d'accordo, per l'emicrania e la sindrome vertiginosa va bene. Evitare delle situazioni per non assumere il farmaco invece non va bene, perché rinforza il comportamento patologico senza un motivo valido.
Franca Scapellato

[#11] dopo  
Utente 482XXX

Allora mi armeró di coraggio e di un eventuale spalla per affrontare in maniera graduatoria determinate situazioni... ascolteró i suoi gentilissimi consigli

[#12] dopo  
Utente 482XXX

Salve vorrei aggiornarla sulla mia situazione attuale..
Sto facendo una cura con
SERTRALINA HEXAL 50mg
1/4 di pasticca per 4 giorni
Mezza per 8
E interna fino a termine scatola

Sono al terzo giorno
Leggerissimi miglioramenti .. ma ancora presto suppongo per un ipotesi
Grazie

[#13] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Infatti è presto, i miglioramenti cominciano dopo almeno due-tre settimane a dose piena, a partire da 50 mg. Però aumentare la dose con gradualità aiuta a non subire effetti collaterali.
Franca Scapellato

[#14] dopo  
Utente 482XXX

Grazie, la tengo aggiornata vista la sua completa disponibilità.! Buona giornata