Utente 489XXX
Gentili Dottori, buongiorno!
Chiedo un vostro parere relativo ai possibili effetti collaterali del Trittico. Sono un ragazzo di 30 anni, abbastanza in salute. Mi è stato prescritto Trittico dal mio medico per combattere un’insonnia ciclica piuttosto debilitante, probabilmente legata alla tensione, che mi porto dietro da parecchi anni (ho espressamente chiesto al medico di non utilizzare benzodiazepine per paura degli effetti collaterali e dipendenza). Quindi da circa due anni assumo una compressa di trittico da 50mg la sera prima di coricarmi (ore 22,30) e talvolta mezza compressa (magari quando mi capita di bere alcol a cena). Devo dire che le problematiche legate al sonno sono state (quasi) del tutto risolte. Il mio medico mi ha detto che posso tranquillamente continuare a prendere il farmaco. Tuttavia, negli ultimi mesi ho avuto dei problemi nella prima parte della giornata: difficoltà a svegliarmi e a concentrarmi, testa leggera (come un senso di lieve ubriacatura), e difficoltà a ricordare le mie azioni fatte nei primissimi minuti dopo il risveglio. È possibile che questi effetti siano dati da una così bassa dose del farmaco o devo preoccuparmi e indagare altre possibili cause? Il mio medico dice che è quasi impossibile e che non devo preoccuparmi. In realtà ho anche provato a interrompere (gradualmente) l’assunzione di Trittico ma purtroppo dopo alcuni giorni ri-comincio a dormire molto male. Attendo un vostro parere, grazie e buon lavoro!

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

E' verosimile che queste preoccupazioni derivino da un disturbo d'ansia non coperto ancora in maniera specifica e/o completa, di cui il sonno era un'altra manifestazione.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 489XXX

Gentile Dottore,
La ringrazio per la celere risposta. Deduco quindi dal suo commento che i “sintomi” mattutini che le ho descritto siano causati dall’ansia (?) piuttosto che dall’assunzione serale del farmaco. Bene. Vorrei infatti iniziare un percorso di psicoterapia per gestire al meglio queste “tensioni”, non lasciando il Trittico perché perlomeno ora dormo sufficientemente bene, ma avendo comunque la certezza che non sia questo farmaco a causarmi i sintomi che le ho descritto. Grazie ancora!

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non saprei, ho detto che un'ipotesi da considerare. Andrebbe definita meglio la diagnosi, non limitando il tutto al solo sonno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 489XXX

Gentili Dottori, buongiorno!
il mio curante mi ha prescritto Brintellix 10mg da assumere dopo colazione tutti i giorni, mantenendo la dose serale di Trittico 50mg per insonnia. Il medico dice che non devo preoccuparmi di possibili interazioni tra i due farmaci... tuttavia facendo delle ricerche sul web ho trovato pareri discordanti... posso chiedere a voi conferma di quello che dice il mio dottore? Cioè assenza di eventuali interazioni? Sono un po’ preoccupato...sarebbe meglio eliminare il Trittico?
grazie e buona giornata!

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non si capisce a quali interazioni faccia riferimento, specifichi. Ovvio che ci sono possibili interazioni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 489XXX

Gentile Dottore,
Faccio riferimento a eventuali interazioni farmacodinamiche.
Cordialmente

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Beh, ne avranno sicuramente in linea teorica, dopo di che forse ci sarà una casistica (scarsa perché uno è un farmaco appena uscito). Il punto è che il medico è lì per saperle e darne una stima operativa, e lo ha già fatto.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it