Utente 429XXX
Gentilissimi Medici,

è dall'adolescenza che soffro di disturbi simili a quelli che accusava mio padre, che ricordo diceva di avere un'iperattività del simpatico.
I miei disturbi sono:
- ansia (rimuginare su tutto, visioni catastrofiche, paura costante di
malattie/morte)
- bruxismo notturno
- disturbi del sonno
- fonofobia
- extrasistole/tachicardia
- mioclonie, fascicolazioni
- costante contrattura dei masseteri e dei muscoli in regione cervicale
Vivo in costante stato di "allerta".
Ma dopo aver avuto una paralisi di Bell (che mi ha lasciato delle lievi
sincinesie) in un periodo di seri problemi familiari, comincio a
preoccuparmi del logorio che sto accumulando, anche perché il disturbo
con gli anni si amplifica.
Mio padre poi morì di un glioma multifocale e a volte penso che in lui questa neoplasia
abbia trovato "terreno fertile" (ma non so
se sia un timore fondato).
Vorrei vivere più serenamente.
Mi sforzo di non coltivare l'ansia, ma la mia volontà può poco, visto
che sono tesa anche quando dormo. E' possibile fare qualcosa?
Esistono prospettive
mediche di migliorare la situazione?

Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Mario Ghiozzi

20% attività
8% attualità
0% socialità
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2017
Non penso di possa stabilire una correlazione tra il glioma e il GAD, anche se negli anni '70 era fiorente lo studio della "psicosomatica delle neoplasie".
Le prospettive sono quelle delle cure mediche specialistiche che anche se non risolutive (con l'ansia spesso bisogna convivere) possono portare un miglioramento della qualità di vita anche con farmaci a basso dosaggio
Dr. Mario Ghiozzi

[#2] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Sta assumendo una terapia psichiatrica e/o neurologica per i suoi disturbi?

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#3] dopo  
Utente 429XXX

Egregi Medici,
nel ringraziarvi sentitamente per la risposta preciso che no, non sto assumendo farmaci, se non blandi sedativi per il sonno.
Fui visitata da due neurologi, in passato, che non trovarono patologica la mia situazione e mi prescrissero solo la classica "bella vacanza". Ma da allora sono secondo me peggiorata e non voglio che la situazione mi logori la vita.
A chi dovrei rivolgermi per una diagnosi e per intraprendere un percorso?
Grazie mille

[#4] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Può sentire il parere di uno psichiatra direttamente per una valutazione specifica dei disturbi.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it