Utente 249XXX
Gentilissimi, premetto che sarò il più sintetico possibile x nn rendere complicato il confronto. col tempo e peggiorando lentamente mi trovo a lottare col doc. Nello specifico, posso dire che i disturbi da contaminazione e da controllo - esempio paura malattie, contagio, ansia x sporcizia, urina, sangue, aghi se ad esempio mi siedo in treno, paura sia igienica che di contatto con cani, compilazione moduli, conteggio soldi, studio, fissare luce o rubinetto x vedere se sn spente o chiuso - sono quelli che mi rendono difficile la vita. Ultimamente nn trovo più stimoli, nn ho la forza di concludere il percorso universitario. Poi aggiungerei un passato con fimosi nn serrata risolta alla maggiore età e 'verginità' - uso questo termine anche se so che è tecnicamente scorretto x uomo. ultimamente anche x l'igiene nn ho nemmeno più l'idea di voler avere un rapporto. In passato ho fatto terapia di psicologia clinica, ma all'epoca erano davvero altri tempi -7 anni fa...appena risolsi questione fimosi.Ma dopo un anno abbondante lasciai x poca utilità, a mio parere. Ora, ho avuto 3 visite da psichiatri diversi nel corso degli anni e il doc mi è stato diagnosticato, in un caso addirittura fu etichettata come psicosi ossessiva. Poso dirvi che in base ai 2 successivi consulti, tale visione è stata 'bocciata', in quanto mi rendo conto di fare cose esagerate. x Il doc cmq mi sn state indicati SSRI , come da mia malattia - che so di avere - l'assunzione di tali farmaci mi terrorizza x effetti collaterali....io vorrei sapere se posso ancora curarmi con psicoterapia - nello sPecifico pare che la migliore strada sarebbe cognitivo comportamentale,...o se possono esistere farmaci non così pericolosi - esempio triciclici o cose simili che siano meno pericolose....le mie maggiori preoccupazioni x assumere prodotti sono x tumori o problemi al pene - lì la storia è traumatica x me, da come ho accennato....prima risoluzione fatta da medico, al momento dello 'scappellamento' fatta da lui mi mancò l'aria dalla paura,,, ricordo ancora da bimbo dal pediatra mi bruciava, e forse x quello negli anni ho celato il tutto... tornando a noi, ai 19 anni dopo aver fatto la visita andrologicA, ebbi balanite ovviamente, nn effettuando 'scappellamento' x via del problema, ma anche perché in fondo nn pensavo alle conseguenze - quasi mi vergogno a dirlo. tolto varicocele più frenulo corto, poi idrocele successivo. Lo dico perche' è uno dei problemi che mi perseguita e da cui si è acuita la fobia del contagio. Un lento crescere....che sento di dover risolvere perché nn trovo senso in nulla, se nn nell'affetto verso le persone care. Ma trovo tutto inutile, la Ricerca di Dio e questioni 'metafisiche' nn mi aiutano. Aggiungo ritmo circadiano invertito e chiusura in casa discreta. Un bel po' mi riconosco negli hikikomori, direi.chiudo scusandomi x la confusione con cui ho scritto...Ma forse è meglio che nn correggo e lascio tutto così come scritto di getto, perché possa rispecchiare al meglio me stesso.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
" l'assunzione di tali farmaci mi terrorizza x effetti collaterali... "

Cioè in che senso ? Cosa c'è di terrorizzante ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Dovrebbe decidere di assumere una terapia prescritta da uno psichiatra senza tante elucubrazioni.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#3] dopo  
Utente 249XXX

Ringrazio innanzitutto entrambi e rispondo al dott pacini: come ho avutomodo di apprendere anche su questo sito, esistono ad esempio i triciclici - anche se pare siano più adatti x la depressione, cosa che tra parentesi comunque nn mi manca - meno 'invasive' rispetto agli ssri,stracolmi di effetti collaterali. Su tutte - anche se a bassa percentuale - perfino il tumore... poi lo dicevo, balanite o problemi alla zona nn li tollererei...paradossalmente, con effetti collaterali, potrei perfino peggiorare nelle fobie. Oltre al tipo di farmaco, è possibile che optare per la sola psicoterapia possa risultare sufficiente? Io cmq voglio sottolineare che sarei disposto ad assumere farmaci, ma vorrei nn fossero ssri. Certo, neppure pretendo la Valeriana - dico un nome a caso - in quanto so ke occorre qualcosa di scientificamente provato e evalido. MA credo sia innegabile che gli ssri abbiano anche i lati negativi.

[#4] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Semplicemente si sta preoccupando di ciò che le hanno indicato. Le avessero indicato i triciclici, scriverebbe che le fanno paura quelli.
Fa parte del tipo di reazioni determinate più dal suo stato dubbioso / ansioso che da altro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 249XXX

Aggiungo un'ultima considerazione: in parte è vero, non nego che avrei timore dei farmaci forse a prescindere. Però credo sia innegabile che gli ssri presentino - almeno numericamente - più rischi degli altri. Al di là di questo, vorrei capire solo una cosa: è possibile parzialmente o esclusivamente ricorrere alla psicoterapia ed evitare i farmaci? Anche perché se esiste la psicologia, suppongo ci sarà qualche motivo valido. Grazie e in ogni caso chiedo scusa, ci tengo a premettere che le mie non vogliono essere polemiche, ma semplici tentativi per capire se vi siano altre strada percorribili per venir fuori da tale disturbo che ESISTE, ne sono consapevole, e non voglio più conviverci. Grazie ancora

[#6] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"credo sia innegabile che gli ssri presentino - almeno numericamente - più rischi degli altri."

No, è negabilissimo.

"Anche perché se esiste la psicologia, suppongo ci sarà qualche motivo valido. "

Non è questione di cercare una soluzione in una disciplina o in un 'altra, ma di scegliere tra le opzioni disponibili per quello specifico problema.
Nel suo caso scecifico, se è psicosi è un conto, se è doc è diverso come scelta della terapia. Se fosse doc peraltro non ci sono soltanto ssri come opzione farmacologica.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it