Utente 452XXX
Salve medici...
Sto curando la mia bella nevrosi d ansia con citalopram da 6 settimane nelle sett passate ho avuto qualche pensiero anche sulla mia relazione ma andava via da solo
Ora sono due giorni chw rivivo nell angoscia e non riesco a capire se sia il mio doc o la vera realtà che non voglio accettare.
Non ho mai avuto il dubbio x l amore chebprovo x mio marito poi da un giorno all'altro la fine...
Lw domande lo amo? Sto bene? E se dopo la cura mi rendo conto di non amarlo piu? Ho paura di guardarlo con occhi di versi di non avere più x lui la stila e l amore di una volta.
Mi sale angoscia che nn mi fa vivere...il pensiero mi logora prima riuscivo a farmi e rassicurara da lui e dalle persone intorno ora nulla mi aiuta più. Pet questo ho paura che nn sia il doc ma un disi nnamoramento vero e proprio.
Consigli...

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Il sentimento non necessita di essere conosciuto, per cui porsi domande è un controsenso. Uno di solito si pone domande sul da farsi. Se uno se le pone su cosa sente, in maniera angosciosa, è quindi caratteristica di un disturbo tipo quello.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 452XXX

Dottore un'altra domanda sono a 7 settimane di dosaggio 20 mg di Citalopram per questa nevrosi ho avuto alti e bassi nel senso ho avuto dei giorni dove avevo i pensieri però stavo bene adesso Sono due giorni che sono l'altra volta arrivati a nell'angoscia dove penso di essere bipolare dove devo ancora di cuore più di dover come ti ho detto Mi rifaccio domande sui sentimenti che provo ora di disinnamorarmi Volevo sapere il tuo parere se era una cosa normale anche a 7 settimane di terapiaIo

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La dose non è piena, per cui va valutato se aumentata, essendo passate già 7 settimane.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 452XXX

Lessi un suo articolo dove diceva che x il disturbo ossesivo due mesi di trattamento erano pochi ...mi sembra d aver capito ora che a 7 sett questi sintomi nn li dovrei avere più?

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, a 7 settimane, in assenza di miglioramenti, ha senso intanto decidere se salire già con le dosi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 452XXX

Miglioramenti ci sono lo vedo pochi ma ci sono.. Mi fermo molto di meno su i pensieri prima erabo2molto molto più invasivi ora ci sono molto meno persistenti ms ci sono diciamo mettono meno ansia

[#7] dopo  
Utente 452XXX

Dott. Pacini mi scuso se la perseguito vorrei un suo parere ma per il doc il citalopram è adeguato?
Un suo collega mi ha appena detto di no x me conta il suo modesto parere...

[#8] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
E' noto che è uno dei farmaci possibili, nessun mistero. La dose però è importante.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it