Utente 494XXX
Assumo 30 mg di paroxetina e 1 mg di dispersione per curare una sindrome depressiva-ansiosa. Sono una persona molto sensibile ai giudizi altrui ma questa condizione è migliorata grazie al risperidone e all'aloperidolo che prima assumevo insieme al risperidone. Purtroppo questi farmaci mi hanno causato appiattimento emotivo:non trovo molto piacere in ciò che provo(ma non in senso estremo come nell'anedonia) e un senso di indifferenza per ciò che mi circonda e che mi accade. Volevo sapere se questo effetto è normale( e ci devo convivere) oppure con altri neurolettici posso rimanere "calmo" emotivamente e al contempo provare piacere in ciò che faccio in attive quotidiane come leggere un libro o conversare con un amico.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Quei farmaci non si usano nei disturbi d'ansia, andrebbe meglio chiarito se è effettivamente quella la diagnosi, e allora sono sostituibili, oppure no.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 494XXX

Il neurolettico lo assumo per stare più calmo e far passare le derisioni che ho/percepisco e non far dipendere la mia vita dal giudizio altrui. La diagnosi infatti inizialmente era disturbo delirante poi passata a depressione. La depressione non l'ho più tranne qualche sporadico "ritorno"ma ho ancora fobia sociale in alcuni ambienti in cui sono costretto a trovarmi.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prendere un neurolettico per evitare di percepire il giudizio altrui significherebbe appunto che non si tratta di un problema di tipo ansioso, ma di altro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 494XXX

Di che si tratta,fobia sociale?in tal caso esistono neurolettici che non causino appiattimento emotivo?

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, non si usano i neurolettici per la fobia sociale, per cui siccome presentava la diagnosi come un qualcosa di "ansioso-depressivo", non è chiaro se poi sia effettivamente questo l'ambito, dalla scelta delle medicine.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 494XXX

Dovrò chiedere conferme sulla diagnosi al mio psichiatra,io,per quel che ho capito,assumo il risperidone per far non farmi colpire più di tanto dal giudizio altrui e per diventare meno sospettoso rispetto a come ero prima. Quindi esistono altri farmaci con questo scopo?fino a una settimana fa assumevo anche l'aloperidolo,è possibile che l'appiattimento emotivo sia causato da quello e in tal caso quando dovrebbe finire questo effetto collaterale?

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
E' possibile, ma appunto occorre capire se è necessario il cacciavite o la lima, nel senso che il risultato mi è chiaro, migliorare la socialità, ma se serve uno strumento vorrà dire che la diagnosi è di un tipo anzichè di un altro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 494XXX

Potrebbe suggerire un tipologia di farmaci che potrebbe combattere l'atarassia(che ricordando bene avevo in modo poco meno accentuato anche prima di andare dallo psichiatra) ma al contempo non contrastare l'effetto della paroxetina e del risperidone?

[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
L'atarassia non corrisponde ad alcuna diagnosi.
No, non si suggeriscono farmaci, nessuno poi dice che non vadano bene anche quelli del tipo che prende, ma deve chiarire la diagnosi, altrimenti non è per niente chiaro cosa debba curare e in che direzione.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it