Utente 494XXX
Gentili dottori, da 5 mesi la mia vita è cambiata dopo forti litigi con il fidanzato con cui stavo da 10 anni.
Liti molto forti e la confessione di un tradimento da parte sua mi hanno praticamente cambiata. Ad un certo punto una sera ho sentito come una voce dirmi che non lo amavo più che era colpa mia ecc, come se il tradimento non fosse mai esistito. Sono stata diagnosticata come sindrome ansioso-depressiva, ma è da mesi che parlo solo di questo problema e non riesco a parlare di altre cose, mi blocca tutto. Non ho emozioni o sentimenti, sono veramente bloccata. Con lui vorrei tornarci, ma questo non sentire non mi fa riuscire a far nulla, parlo solo della stessa cosa e non riesco più a lavorare o a stare con altre persone, se non zitta o al massimo ripetendo ancora gli stessi problemi che sono malata. Inoltre le mie fissazioni cambiano continuamente, un giorno ero fissata di non amarlo, poi di volerlo morto, poi di essere malata mentale e dover finire per forza in psichiatria, poi di farlo a posta e altro. Sono in cura da uno psichiatra che ha ritenuto queste delle ossessioni, ma è possibile che cambino spesso e che siano collegate al parlare sempre della stessa cosa? Sto seguendo anche una cura farmacologica sempre per depressione/ossessione ma per i risultati mi sembra presto o almeno non ne vedo. Ho un'ulteriore fissa di guardare sempre se qualcuno ha il mio problema, cerco sempre rassicurazioni. Sono senza emozioni per nulla.
Grazie per i vostri pareri.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Che cura sta seguendo, e da quanto tempo ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 494XXX

Dal fine febbraio prendevo l'escitalopram prima da 10 mg poi salito fino a 20 mg.
Dal 9 maggio (dopo aver scalato l'escitalopram) l'anafranil da 25 mg, più l'abilify da 5 mg e 1 di lamictal

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La prima cura è durata poco. La seconda è sottodosata per quanto concerne l'antiossessivo/antidepressivo, però probabilmente la diagnosi nel frattempo è stata rivista, perché sembra una cura per un disturbo bipolare, così composta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 494XXX

Grazie per la sua risposta. Il medico parla di un potenziamento per l'anafranil (per l'uso dell'abilify). Io non ho episodi maniacali, anzi sono sempre stanca, apatica e con zero voglia di fare, nonostante mi sforzi a fare. Chiederò maggiori informazioni al medico, soprattutto per gli effetti collaterali che sto riscontrando. Purtroppo le mie "fisse" non sono passate, ed ho sempre più timore di non tornare più a una vita normale.

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Potenziamento significa che il primo farmaco è a dose piena, l'altro si aggiunge.
Altrimenti, con un farmaco ampiamente sottodosato, non può potenziare nulla, se mai agire insieme. Ma perché sia a dose bassa l'anafranil non è chiaro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it