Utente 478XXX
Gentili dottori, salve
Ho 33 anni e a 19 mi é stata fatta diagnosi di depressione maggiore. Da allora ho fatto 3 anni di psicoterapia e continua cura farmacologica (ogni tanto rivista). Quando mi fu fatta la diagnosi ho avuto anche un episodio "psicotico" anche se ero comunque conscio che quell'esperienza che stavo vivendo non era reale. Da allora ho sempre fatto una terapia più improntata sul disturbo bipolare. In sostanza ora assumo Lamictal 100 mattina/sera, efexor 75 a pranzo, anafranil 37,5 a cena e prima di andare a dormire modalina da 1 mg. Il fatto é che in questi anni non ne sono mai uscito del tutto dallo stato depressivo facendo alti e bassi, riscontrando comunque sempre un calo dell attenzione e della memoria ma ultimamente (5-6 mesi) la memoria é andata peggiorando e si é aggiunto uno stato di anedonia (non riesco a provare né paura né gioia ma solo ansia immotivata ogni tanto). A parte questo, ogni tanto mi capita di avere dei cali improvvisi di forza muscolare associati ad ansia immotivata. Sono fenomeni improvvisi, come detto. In quei momenti mi sento sprofondare anche mentalmente con un ulteriore calo della concentrazione. Ho pensato alla glicemia ma almeno quella che si misura al momento é buona; ho pensato di fare degli esami alla tiroide ma sto anche pensando di avere una malattia neurodegenerativa. Cosa dovrei chiedere al medico di base o allo specialista? Vorrei un vostro parere. Grazie. Questa situazione ormai é insostenibile.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Deve far rivedere la terapia psichiatrica per ricompensare nuovamente i sintomi comparsi.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it