Utente 390XXX
Salve ,

Riformulo il consulto perchè forse sono andato troppo sul pesante e nello specifico nel precedente.

E' prassi comune una contenzione totale come è stata fatta a me mel 2013 con oltre lacci una corazza al petto ? E' utile ai fini della cura del paziente ricoverato in reparto ? A me sembra francamente una forzatura che poi nel tempo mi ha fatto covare rancore per gli Psichiatri..

Il senso del post è capire come ci si muove nel T.S.O. che ho subito e cosa è o meno utile nel percorso ospedaliero in regime volontario o forzato che sia. Non c'è intento polemico o dietrologie solo condividere il senso dell'uso di quello strumento ai fini terapeutici.

Infine oggi prendo una terapia forte con EN, Haldol, Zyprexa e Felison. Ma nonostante quella non riesco a riposare bene e sono intondito intorpidito durante il giorno meno che negli ultimi due mesi quando mi hanno dato Haldol oltre Zyprexa per crisi disforiche . Anche qua quale è il percorso migliore per me e per la mia terapia nel proseguo.

Grazie mille e spero di non essere andato fuori dalle righe

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
La contenzione è prevista per legge secondo le metodiche accreditate con le linee guida esistenti.

In particolare, è metodica consentita non solo in corso di T.S.O. Per evitare che il paziente possa farsi male.

Non è praticata solo in ambito psichiatrico.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 390XXX

D accordo ormai la contenzione dovrebbe essere acqua passata perche ora c e da 5 anni la terapia.. che sia troppo forte o scombinato Haldol con 15 piu 25 gtt oltre a 5 mg di Zyprexa assieme ?
Per dormire ho Felison 30 mg e En 20 gtt ma fanno poco .