Utente 509XXX
Buongiorno, chiedo gentilmente un consulto al Dr.Pacini per la situazione di mia sorella, 48 anni.
A inizio 2018 è caduta in grave depressione, ricoverata in ospedale e dimessa con terapia con serotoninergico (prozac, poi escitalopram, a dose piena) abbinato a zyprexa: il recupero è stato parziale, ogni 2 settimane circa finiva a letto per una ricaduta.
A inizio agosto abbiamo cambiato specialisti che le hanno dato la seguente terapia:
- mutabon antidepressivo 2 compresse al dì
- en 15 gtt
- surmontil 15 gtt
In 3 giorni si è alzata dal letto, ripreso a mangiare e dormire ed ha avuto 20 giorni di completo benessere. Poi sono comparsi attacchi di panico più o meno ogni giorno.
Le è stata cambiata le terapia in questo modo:
- aggiunto gabapentin 300x2
- surmontil aumentato a 30 gtt
- en 10 gtt
- trilafon 2 mg
- triptizol 25 mg x2

Non ha mai tollerato questa terapia, era agitata e tesa, cosìcchè dopo 20 giorni i medici sono tornati alla terapia precedente che ormai assume da inizio agosto.
Il problema è che nell'ultimo periodo gli attacchi di panico stanno peggiorando, esce con me ogni pomeriggio ma deve tornare a casa sempre prima perchè le si chiude la gola e diventa tutta rossa. I medici le dicono di continuare ma lei sta male.

Cosa si può fare? Lei cosa consiglia?
grazie in anticipo, di cuore
D.C.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Per una diagnosi di depressione sono terapie in parte non chiare, ad esempio per la presenza di zyprexa. La seconda e la terza terapia erano praticamente uguali, cambiavano i nomi la le sostanze era le stesse con l'aggiunta del gabapentin.
Sono stati usati farmaci, magari non a dose piena, e se si tratta di una depressione con panico forse la ragione può essere banalmente questa. Rimangono comunque altre opzioni per il trattamento della depressione e del panico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 509XXX

Dottor Pacini, la ringrazio per la risposta. Le è stato dato lo zyprexa perchè all'inizio c'era una componente psicotica con idee paranoiche che sono però immediatamente sparite. Sì, sappiamo che le due terapie assunte sono quasi uguali. Abbiamo notato che con l'aumento del surmontil mia sorella diventa più nervosa e "tirata" mentre il suo carattere normale è molto tranquillo e in condizioni normali non è affatto ansiosa,non lo è mai stata. Potrebbe indicare le altre opzioni di trattamento, naturalmente in via generale? So che non può prescrivere terapie, ci mancherebbe..

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le terapie partono dalla diagnosi, anche se a volte si va "per tipi di sintomo" e poi si considera la diagnosi in un secondo tempo. Quindi in linea generale si può dire poco, ma se i sintomi se ne vanno con certe medicine, forse significa che la diagnosi sta da quelle parti.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it