Utente 506XXX
Salve, le scrivo perché sono molto molto preoccupata.
Le spiego un po' la mia storia...
Ho 18 anni, da 5 mesi soffro di attacchi di panico, ansia e ipocondria..
Tral mese di luglio e agosto ho fatto circa 4 elettrocardiogrammi, 1 ecografia al cuore, 6 analisi del sangue e una visita cardiologolica, tutto questo dovuto ai miei attacchi di panico e alla paura dell'infarto..
Da circa un mesetto e mezzo ho cominciato ad avere forti mal di testa ogni giorno e il medico di base mi ha sempre detto che tutto questo mal di testa forte è dovuto alla mia ansia e stress e al fatto che passo intere giornate a pensare a malattie o trovarmi malattie.
Sono però circa due giorni che questo mal di testa è molto forte e mi prende in diverse parti della testa..
Ad esempio ieri ho avuto male tutto il giorno alla parte frontale della testa, sopra la tempia ed era un male che sembrava tipo fitte/scosse e dopo un intera giornata ho avuto un attacco di panico a causa di questo male.
Oggi mi sono svegliata con un forte male, ( non so come si chiama la zona ma provo a spiegarglielo), è sopra la parte dietro della nuca, praticamente dove c'è quel rigonfiamento dietro che unisce la parte alta con la parte bassa della nuca..
Spero di essermi spiegata.
Fatto sta che ho un forte dolore li, come delle forti fitte o come se mi scoppiasse qualcosa dentro e mi prende anche l'orecchio destro..
So che ora penserà che è dovuto tutta all'ansia come ormai mi dicono tutti i medici ma la prego mi aiuti a capire se è grave..
Io ho paura possa trattarsi di cose molto gravi come aunerisma ecc...
Aggiungo anche che la mia dottoressa si rifiuta di farmi fare una visita neurologica perché non ne vede assolutamente il motivo e dice che sono sana.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazza,

lasci perdere l'aneurisma, che non dà sintomi prima della rottura, o altre malattie importanti.
La cefalea sembrerebbe di tipo tensivo, anche se ci può essere una componente emicranica, ovviamente queste sono solo ipotesi a distanza.
Lei ha bisogno di una diagnosi corretta anche per iniziare un'adeguata terapia.
La visita neurologica non deve effettuarla perchè ha chissà quali patologie ma solo per definire e curare la cefalea.
Se la dottoressa non vuole prescrivere la visita almeno La curi perchè non può restare col dolore.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 506XXX

Grazie davvero tanto per la risposta così immediata..
Quindi secondo lei questi forti dolori che mi sembra come se mi stesse per scoppiare tutto in realtà è solo una cosa psicologica?
Mi sa dire dei "rimedi" o qualcosa per curarla?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la cefalea che riferisce potrebbe essere di origine ansiosa ma anche tensivo-muscolare e, come Le dicevo sopra, non è da escludere del tutto una componente emicranica.
A distanza è vietato consigliare farmaci in un soggetto che non si conosce, anche perchè occorre una diagnosi e online non si può fare.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 506XXX

Perfetto grazie davvero molte per tutto, mi ha tranquillizzato un sacco..
Ora che so che non è una cosa grave sono molto più tranquilla.
Grazie mille di tutto

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, si rilassi.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro