Utente cancellato
Salve, vorrei chiedere un aiuto. Sono anni che soffro di disturbi d ansia generalizzata. Attualmente sto facendo psicoterapia per cercare di risolvere senza farmaci. Da circa un paio di anni ho cominciato ad avvertire mal di testa continui. Recentemente ho consultato un neurologo che mi ha prescritto amitriptilina e delorazepam ritenendo che il mio mal di testa sia dovuto all'ansia.
Ieri ho assunto 3 gocce di amitriptilina con l intento di iniziare la cura. Ma oggi mi sono pentita di averlo fatto perché per il momento non vorrei assumere psicofarmaci. La mia domanda è questa: se interrompo dopo appena un'assunzione di 3 gocce posso avere effetti negativi? So di avere sbagliato a iniziare la cura senza esserne convinta. Non ripeterò l errore. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
"Attualmente sto facendo psicoterapia per cercare di risolvere senza farmaci."

Pessimo inizio. La psicoterapia è indicata se e quando è noto cjhe funziona, non ha lo scopo di evitare di prendere medicine.

Ha un problema psichico, e non vuole assumere psicofarmaci, cioè farmaci per i problemi psichici. Ottimo discorso.

"So di avere sbagliato a iniziare la cura senza esserne convinta. Non ripeterò l errore."

Quale errore ? Se mai di non prenderla. Non capisco che errore sia iniziare una cura senza essere convinti, di che ? Cosa vuole che importi che Lei sia convinta di una cura.

Attualmente non ha una chiara visione del suo problema. né del tipo di soluzioni possibili. Il neurologo pare avere impostato la cura in senso sintomatico, per la cefalea. In ogni caso, ci sono errori di impostazione nel suo atteggiamento. O uno si cura, o cerca di evitare di curarsi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
504199

dal 2018
Probabilmente non ho una visione chiara della mia situazione é vero. Però la mia domanda era un'altra. Ringrazio lo stesso.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La sua domanda è il risultato, evidentemente sproporzionato come preoccupazione, di questa specie di visione apocalittica che ha della terapia farmacologica.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it