Utente 491XXX
Buongiorno, sto seguendo una cura con Elopram 12 gocce da circa due mesi e mezzo, ho iniziato con 6 gocce poi nel giro di 3 settimane aumentato sotto prescrizione psichiatrica naturalmente.
Oltre ad Elopram assumo Rivotril, 5 gocce tre volte al giorno.
Nonostante la cura giovedì scorso ho avuto un attacco di panico pesante, i pensieri negativi ed invalidanti ci sono sempre, come anche ansia e insonnia.
Da alcuni giorni poi ho una sudorazione spropositata, ho sempre sudato ma così sembra proprio che mi abbiano rovesciato acqua addosso..questa sudorazione avviene più volte nella giornata, ed è seguita da brividi e pelle d'oca, mi sento come se avessi la febbre, inoltre ho incubi molto vividi e mi sveglio già in prenda alla tachicardia.
In attesa dell'appuntamento dal medico specialista volevo chiedere se è possibile sia tutto riconducibile all'assunzione di Elopram. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Più che altro mi sa il funzionamento della cura non è soddisfacente, anche se la dose non massima. Se continua ad avere crisi di panico, a 2 mesi e oltre di cura, è consigliabile una modifica, o sulla dose, o sul farmaco.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 491XXX

Grazie, ad oggi ho incubi terrificanti durante i quali parlo e urlo nel sonno, svegliandomi stanchissima e inquieta (ieri ho anche svegliato i miei familiari, mi hanno riferito che era una vera e propria conversazione della quale si distinguevano le parole, come se fossi al telefono, cosa che infatti ricordo bene del sogno ), ho vissuto anche una sorta di "paralisi" per cui non riuscivo a svegliarmi e sono rimasta molto spaventata da questa esperienza.
Inoltre mi sono resa conto che dall'inizio della cura con Elopram sono già ingrassata 3 kg in 3 mesi, tenendo conto che ero già al limite del sovrappeso la cosa mi preoccupa e mi mette molto a disagio. La visita psichiatrica avverrà tra una settimana circa, nel frattempo la cura mi infastidisce tantissimo ma non vorrei fare danni diminuendo le dosi da sola.
In questi mesi i veri cambiamenti che ho notato sono stati: molta più rabbia e irrequietezza, emozioni positive appiattite ,incubi "reali", insonnia addirittura peggiorata.
Anni fa provai Fluoxetina ed il risultato fu: pensieri ossessivi e aggressivi verso gli altri, agitazione continua, insonnia completa per 5 giorni dove credevo di impazzire... mi chiedo allora: forse i miei ansia/panico non sono una forma di depressione? Se gli antidepressivi non funzionano e anzi peggiorano le mie condizioni... cosa potrebbe essere? Perchè gli unici benefici (sempre molto blandi) li ho con le benzodiazepine? La situazione mi sta frustrando molto, mi sento senza energie e mai riposata, ho una colite spaventosa, che per anni ho curato con Pentacol, che negli ultimi mesi con i farmaci è diventata ingestibile.. Non riesco a godermi un pasto se non 1/2 volte a settimana. Sono un po' confusa sul da farsi, mi sembra di "fare acqua da tutte le parti". Grazie.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La diagnosi è stata definita. Parlava di panico, ma la diagnosi è disturbo di panico o non è definita ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 491XXX

La diagnosi è di disturbo di panico e dell'adattamento, con umore depresso.
Grazie

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
E l'adattamento è riferito a quale evento a cui non si è adattato bene ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 491XXX

Salve, gli eventi traumatici cui non mi sono adattata sono stati: grave incidente stradale nel febbraio 2017, con danni alcuni danni permanenti e perdita del lavoro causa contratto a termine non rinnovato ma anche impossibilità di svolgerlo ancora per i danni riportati alla schiena (lavoravo a contatto con persone adulte e bambini disabili).
Inoltre nell'ottobre 2017 ho intrapreso la separazione dal mio compagno dopo aver scoperto tradimenti da parte sua (abbiamo un bambino di 5 anni ora in affidamento condiviso) e ho subito da lui forti vessazioni e violenze verbali nei primi mesi di "distacco", la conflittualità si sta attenuando solo ora ma io sono letteralmente a pezzi.

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Capisco. Però la diagnosi vorrebbe dire che non si è adattata come previsto a questi cambiamenti, a causa di sue caratteristiche personologiche. Più l'altra diagnosi.
In ogni caso, vale quanto detto prima, a questo termine di tempo se le condizioni generali non sono migliorate e il panico continua, la cura va modificata.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it