Utente 500XXX
Buongiorno dottore,
Maschio, 36 anni, normopeso, piccolo fumatore (4/5 sigarette al gg), vita sedentaria, se si esclude il calcetto una volta a settimana.
Ho già postato la mia storia clinica qui: https://www.medicitalia.it/consulti/otorinolaringoiatria/635120-acufeni-fullness-orecchio-sx.html
Come potete leggere ho consultato due ototrini con diagnosi diametralmente opposta.
Sempre nel consulto (nelle risposte) dettaglio anche la mia storia clinica dell'anno passato con crisi vertiginosa fortissima e diagnosi di nevrite vestibolare.
Ho da poco, prima scalato e poi smesso il citalopram, con il quale ero in cura.
Presento, oltre ai sintomi elencati nel consulto linkato, anche alcuni altri sintomi che mi destano un po' di preoccupazioni, in particolare una strana sensazione di debolezza alla gamba dx, formicolii all'alluce del piede destro al risveglio e alla sera prima di coricarmi (transitori) e un leggero senso di sbandamento quando cammino.
Stamattina quando mi sono alzato inoltre, l'alluce dx era completamente insensibile e mi sentivo i polpacci duri e rigidi (entrambi).
Fatti due minuti di stretching e massaggiato l'alluce è tutto rientrato nella norma.

Stante quanto sopra, secondo voi, dovrei cominciare ad indagare in ambito neurologico l'origine dell'acufene o resta più probabile un problma otorinolaringoiatrico come causa dell'acufene e della fullness?

Grazie a chi vorrà rispondermi.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
È più probabile una origine psicosomatica che andrebbe trattata in modo efficace.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 500XXX

La ringrazio dottore per la cortese risposta.
Avevo postato il consulto in neurologia ma vedo che é stato spostato in psichiatria.
Comunque farò al più presto una visita di controllo con lo psichiatra che mi aveva in cura l'anno passato.

Tornando alla sua risposta lei quindi propende per l'origine ansiosa nonostante i segni evidenziati l'anno passato al esame neurologico (rot vivaci e tremore posturale)?
Non reputa necessario una visita neurologica di controllo
La sensazione di stanchezza alla gamba destra può essere anch'essa psicosomatica?
Perché l'indolenzimento che parte dal gluteo e si irradia al polpaccio sembra proprio reale.