Utente 501XXX
Buonasera
Da 18 anni prendo antidepressivi, sia triciclici che SSRI, per attacchi di panico. Mi davano degli effetti collaterali iniziali ma sopportabili.
Dopo un anno dalla sospensione, sono ritornati i miei attacchi in forma invalidante. Ho riprovato, sotto consiglio dello specialista, a riprendere sia il precedente che il nuovo ma mi hanno dato fortissimi effetti collaterali anche in dosi minime. È come se il fisico non li sopportasse più. Non so se sia per i miei problemi di bile densa o per intolleranza.
È possibile?
E nel caso, Come fare?
Sto perdendo le speranze.
Senza potrò guarire comunque?
E mi preoccupano soprattutto le nausee che gli antidepressivi mi provocano, talmente forti da non riuscire più a mangiare. E non posso permettermelo, peso 39 kg.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Dipende per cosa si intende per effetti collaterali ed i dosaggi iniziali di trattamento nonché dal tipo di farmaco utilizzato
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 501XXX

Farmaci che ho provato ultimamente sono il Cipralex e l’Elopram, più benzodiazepine. Sono stata male alla seconda goccia con forti e ripetuti attacchi di panico e molta nausea.
Il mio problema è propria la nausea. In quest’ultimo anno, da quando ho ricominciato a star male, ho perso 10 kg, arrivando a pesare 39 kg. Le nausee iniziali degli antidepressivi mi bloccano del tutto l’appetito. Ho provato a prendere in concomitanza il Sulamid ma non mi è stato d’aiuto.
Per chi ha problemi di nausea e alimentazione, ci sono dei farmaci più specifici, che aiutino anche nella fase iniziale?
Si può uscire dal disturbo di panico anche senza farmaci?

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
In realtà entrambi contengono un principio attivo simile per cui non è detto che gli altri possano non essere adatti.

Il problema può essere negli eccipienti in questo caso. E comunque non esistono solo gli antidepressivi per trattare alcuni disturbi.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#4] dopo  
Utente 501XXX

Oltre la psicoterapia che già faccio, quale altre alternative possono esserci?