Ansia generalizzata e derealizzazione

Salve,
mi chiamo Lucia ed ho 26 anni, chiedo questo consulto per un approfondimento ulteriore sulla mia situazione.
Sono stata in cura per circa 4 anni per ansia generalizzata e derealizzazione con 10 mg di paroxetina. Nonostante alcune brevi ricadute durate al massimo qualche giorno, è da circa 10 giorni che sono tornati tutti i sintomi che avevo prima di iniziare la cura farmacologica. Il medico curante mi ha aumentato la dose di paroxetina prima a 15 mg per 5 giorni e poi a 20 mg che assumo da 4 giorni.
Volevo sapere con un aumento del dosaggio avvenuto dopo molto tempo, quali sono i tempi per avere nuovamente dei benefici dal farmaco?
Vi ringrazio.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 34,7k 840 50
Circa 3 settimane, e comunque c’è bisogno di una stabilizzazione nel tempo.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentili Dottori,
sono 18 giorni che assumo paroxetina a 20 mg. I sintomi ansiosi come tachicardia e tremori sono svaniti. Purtroppo persiste il sintomo della derealizzazione, che è costante durante tutta la giornata.
È necessario più tempo per valutare i benefici della cura anche per questo sintomo?
Vi ringrazio.
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 34,7k 840 50
18 giorni non bastano ancora. Deve raggiungere almeno 4-6 settimane a dose piena.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve, scrivo per un ulteriore aggiornamento sulla mia situazione.
Dallo scorso agosto 2018 il medico curante, dopo circa 4 anni, mi aveva aumentato la dose di paroxetina (sereupin) da 10 a 20 mg, a causa di una ricaduta relativa a sintomi di ansia generalizzata e derealizzazione. Il farmaco dopo circa 1 mese dall'aumento del dosaggio ha dato i suoi benefici, che si sono protratti per circa 6 mesi. L' unico effetto collaterale è stata l'insonnia, per la quale il medico mi ha consigliato un integratore a base di melatonina da 1 mg, da prendere mezzora prima di andare a letto, assunta da febbraio a inizio maggio. A causa di un'eccessiva sonnolenza provocata durante il giorno, in accordo con il medico, ho sospeso la melatonina.
Purtroppo però da circa 2 settimane mi trovo a far fronte a nuova ricaduta di sintomi ansiosi e derealizzazione, per la quale il medico ritiene necessario un ulteriore aumento del dosaggio di paroxetina.

Potrebbe esserci una correlazione tra la ricaduta e la sospensione della melatonina?
È opportuno un ulteriore aumento del dosaggio del farmaco sereupin?

Vi ringrazio.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Potrebbe esserci una correlazione tra la ricaduta e la sospensione della melatonina?
È opportuno un ulteriore aumento del dosaggio del farmaco sereupin?

Vi ringrazio.

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test