Utente 511XXX
Spett. dott. Matteo Pacini
ho letto sul suo sito on line, "Psichiatria e dipendenze", l'articolo sulla sindrome del colon irritabile collegata a problematiche di tipo psicosomatico.Ho avuto vari interventi addominali.
Nel 2001 per volvolo intestinale, nel 2007 per aderenze addominale, nel 2008 per rettocele.
Sto assumendo Constella da 2 anni circa. E' l'unico farmaco che mi aiuta nel transito intestinale, ma devo anche fare quotidianamente clistere.
La settimana scorsa ho avuto un semiblocco intestinale con vomito, nausea. Ho sempre la sensazione di un addome gonfio e a volte dolorante.
Mi chiedevo, se potrebbe essermi d'aiuto a risolvere il problema il trattamento da lei proposto.
Ringrazio per la risposta e porgo distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Lei ha una situazione anatomica ben definita, che potrebbe giustificare sintomi addominali. Chi ha parlato di colon irritabile nel suo caso ? Il suo gastroenterologo ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 511XXX

gentile Dottore, grazie.
Non ho mai avuto una diagnosi precisa di sindrome colon irritabile ma di probabile sindrome e il farmaco Constella
mi è stato dato proprio per questa malattia.
distinti saluti

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In effetti sì, quel farmaco è indicato nel colon irritabile a prevalenza stiptica. Ciò non toglie che possa servire in generale anche come regolatore intestinale in chi ha problemi secondari di peristalsi e secrezione.
Le forme di colon irritabile più trattabili farmacologicamente sono quelle con crampi, dolori e diarrea. Anche perché tra gli effetti collaterali ci può essere la stitichezza. Va chiarita la componente anatomica, appunto aderenze etc, e se più che colon irritabile siano sintomi di irritazione legati a alterazioni secondarie di secrezione e motilità di alcuni segmenti.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 511XXX

Grazie ancora. Una visita da Lei ( a Brescia) con gli esami clinici che ho effettuato, potrebbe aiutarmi a capire meglio il mio problema.
In alternativa mi può indicare un centro (scrivo da Vicenza) al quale rivolgermi?.
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se la diagnosi è confermata, chiaramente posso anche darle un parere, una diagnosi "dubbia" lascia sempre il dubbio che possa essere altro.

A Vicenza non saprei.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it