Interruzione debrum

Salve,
ho assunto Debrum da inizio febbraio fino al 19 marzo 1 compressa la sera prima di andare a letto causa colon irritabile legato a fattori ansiogeni.
Poi dal 19 marzo al 4 aprile, in accordo con il mio curante, si è deciso di scalarlo prendendolo 1 sera si 1 no.
Avrei dovuto ricontattare il curante per continuare lo scalaggio ma di testa mia ho deciso di interrompere visto che stavo bene.
Assumo inoltre Zoloft, 25mg a sera, per curare gli stati ansiosi e le crisi di panico.
Lo assumo da giorno 11 marzo a questo dosaggio (ho iniziato il 26 febbraio con 1 quarto di pillola ovvero 12, 5 mg).
Venendo al punto è da martedì 14 aprile, ovvero 10 giorni dopo la sospensione del debrum, che ho fortissima ansia, tachicardia, insonnia, cattiva digestione, inappetenza, nausea e spasmi muscolari.
Mi sono documentato sul componente ansiolitico del debrum ovvero il Medazepam, una benzodiazepina a lunga emivita.
Vorrei capire se i sintomi che ho accusato dopo 8/10 giorni dalla sospensione rientrano nell'astinenza.
Contattato il curante mi ha suggerito di ricominciare a prenderlo tutte le sere per qualche giorno e poi iniziare lo scalaggio ovviamente stavolta controllato.

Ora le mie domande sono 2:
1) concordate sul discorso astinenza?

2) quante dosi sono necessarie per ripristinare l'equilibrio che ero riuscito a raggiungere anche grazie allo zoloft?
Attualmente lo sto prendendo nuovamente da 3 giorni ma i miglioramenti sono molto lenti.

Grazie
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 34k 828 50
Il fenomeno potrebbe essere dovuto ad astinenza.

Per la reintroduzione deve seguire le indicazioni fornite dal suo curante.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it

https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la celere risposta Dottore,
in genere a seguito di astinenza la reintroduzione porta benefici immediati o occorrono alcuni giorni affinché l'organismo si riassesti?

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio