Utente 518XXX
Salve a tutti.Ad agosto ho conosciuto un ragazzo che mi faceva sempre battute del tipo non vuoi un bambino da me?si vede già la pancia .A inizio settembre ho iniziato a pensare di poter essere incinta.Ho fatto 6 test negativi ma continuavo a pensare di esserlo e ho iniziato ad avvertire i sintomi letti.A fine settembre è arrivato un ciclo diverso dal solito e quella notte mia nonna ha avuto un emorragia rettale,da lì ho iniziato a pensare che la mia fosse un emorragia e sono stata sveglia tutta la notte insieme a mia madre.In ospedale mi sentivo strana e mi sono fatta portare a casa.Stavo sul letto e ho notato che avevo mille pensieri e rispondevo mentalmente molto velocemente,il mio cervello è andato in tilt.Ad un certo punto ho perso la sensibilità della lingua,ho avvertito un brivido freddo in testa e una sensazione dentro che mi ha fatto saltare dal letto e ho detto non mi sento bene ,sono andata da mia sorella tremando e mi sentivo come in un sogno,la mia casa non l’avvertivo accogliente come sempre,guardavo le mie mani e non le riconoscevo e non facevo altro che piangere. Sono andata da una psicologa e mi disse che si tratta di derealizzazione e dopo aver raccontato un po’ della mia vita mi ha detto che ho il disturbo ossessivo compulsivo.Ho delle compulsioni infatti. Quando avevo la derealizzazione pensavo di poter impazzire,di essere già impazzita tempo fa, guardavo mia mamma e piangevo e le chiedevo se fosse lì realmente, guardavo le cose e chiedevo a mia madre se le vedesse anche lei. Non avevo sentimenti e mi faceva paura questa cosa.Dicevo che mi sentivo morta perché non mi sentivo,parlavo e rispondevo correttamente ma non sentivo che ero io a farlo.Avevo la testa pesante e un mal di testa perenne e pensavo di poter avere un tumore.Quando mi dissero che così non si impazzisce ho iniziato a calmarmi e la derealizzazione è passata.ma ad oggi sono 4 mesi che sto chiusa a casa e in tutti questi mesi sarò uscita 10 volte. Passo le giornate a chiedermi chi sono realmente perché anche guardando le foto vecchie non mi riconosco, penso al passato e i miei ricordi non sembrano miei. Quindi ho iniziato a chiedermi ossessivamente e se fossi morta e mi stessi inventando tutto, e se mi sto immaginando tutto il mio passato e fossi davvero impazzita tempo fa, e se io fossi schizofrenica? .Controllo tutto ciò che faccio perché ho paura di poter impazzire e se controllo vuol dire che sono consapevole di tutto ciò che faccio e dico.ho detto a mia madre cercherò di ignorare i pensieri,se impazzisco te ne accorgerai tu . È possibile che io mi stia rifugiando in questi pensieri per non pensare alla realtà da affrontare? Perché quando cerco di ignorare i pensieri mi sento strana e non come ero prima che iniziasse tutto questo? È una nevrosi?tutti mi dicono che non ho mai fatto né detto nulla di strano.È possibile che io sia depressa per via dei miei pensieri? Non mi lavo da giorni,non mi interessa nulla.Ho paura di poter diventare schizofrenica.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Quello di cui lei soffre non ha nulla a che fare con la schizofrenia. Però dovrebbe affiancare alla psicoterapia anche una terapia farmacologica. Le consiglio di consultare uno specialista psichiatra.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 518XXX

Grazie dottore, ma è possibile che io possa perdere la testa? Io ho paura perché mi rendo conto che parlo solo delle mie ossessioni, come se non mi importasse altro. Razionalmente mi importano altre cose, ma appunto se non sto a rimuginare mi sento strana e vuota. Di cosa si potrebbe trattare?
Certo, farò una visita psichiatrica ma ho paura di tutto questo. Ho paura che non smetterò mai di chiedermi queste cose, io prima non ero così anche se sono sempre stata ansiosa.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
E' sempre ansia, non è un disturbo psicotico, su questo stia tranquilla.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#4] dopo  
Utente 518XXX

Grazie ancora dottore, questo mi rassicura molto.

Vorrei dirle che le compulsioni che ho nascono da altri pensieri.
Questi di cui ho parlato sono senza compulsioni (o magari la compulsione è quella di cercare di trovare le risposte a tutte queste domande e il ripetermi che tutti mi dicono che in realtà è tutto a posto e che sono solo giochi della mia mente)

Vorrei chiederle se oltre all’ansia (disturbo ossessivo?) potrebbe trattarsi anche di depressione?.

Non capisco perché mi sento così vuota quando cerco di non dar retta ai pensieri?

È possibile che il mio cervello si sia abituato a pensare a queste cose in maniera ossessiva? Perché nonostante non abbia più la derealizzazione continuo a chiedermi tutte queste cose? Forse la derealizzazione mi ha sconvolta talmente tanto che continuo ad avere queste paure, io so solo che sono sempre stata una ragazza ansiosa, ma mai così disperata! Non mi chiedevo se potevo impazzire o cose del genere, tutte le mie paure sono iniziate dalla derealizzazione e ho paura di come sto adesso, ho paura che la situazione possa degenerare in qualche modo.

C’è da dire che non sto lavorando e quindi passo davvero le giornate a casa a pensare, potrebbe aiutarmi uscire e svagarmi e cercare di focalizzare la mia attenzione su altro? Mi assicura quindi che non si impazzisce così?

Mi scuso per tutte queste domande.

[#5] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
E' possibile che,insieme all'ansia e all'ideazione ossessiva, concomiti una deflessione dell'umore.
Non rispondo a tutte le altre domande perchè sono esse stesse ossessive, e le mie risposte non l'aiuterebbero.
Confermo che ha bisogno di sentire uno psichiatra.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#6] dopo  
Utente 518XXX

Grazie ancora, so che anche questa magari sarà un’altra domanda ossessiva, ma non è proprio possibile che io pazza e in fondo mi sia convinta dei miei pensieri? Ho questo dubbio perché quando avevo la derealizzazione mi chiedevo se fosse tutto reale o meno e ad oggi ancora me lo chiedo nonostante sia sparita (o almeno credo, magari è derealizzione non visiva adesso). E nonostante tutti mi dicono che è tutto a posto io continuo a chiedermelo. A volte penso e se io in realtà mi fossi già convinta che non è tutto reale? ... però so razionalmente che se fosse così non starei qui a chiedere aiuto.


Mi incuriosisce molto sapere perché all’improvviso la mia personalità ossessiva è degenerata in questo modo? Ripensando al mio passato mi rendo conto che sono sempre stata una ragazza precisa, ho sempre organizzato e tenuto sotto controllo le cose prima e anche dopo averle fatte, mi sono sempre fatta mille domande, ma lo ritenevo un semplice lato del mio carattere, mi sono sempre ritenuta una persona organizzata se così si può dire, nella vita mi sono sempre privata di tante occasioni per le mie paure e i miei dubbi questo devo ammetterlo; è degenerata in questo modo per lo spavento che mi ha causato la derealizzazione o in qualche modo c’entra anche un particolare periodo stressante? È possibile che lo stress faccia tutto questo?

[#7] dopo  
Utente 518XXX

Ho bisogno di un consiglio, non so cosa fare.
Perché io continuo a pensare che la mia non è ansia?
A volte non so spiegare nemmeno io come sto, so che però sono sempre assente, anche quando faccio qualcosa o parlo con qualcuno è come se continuassi a pensare ad altro. Continuano a dirmi che sta succedendo tutto realmente, ma io ho paura che non sia così.
Perché metto in dubbio ciò che dico o addirittura il mio passato? Quando parlo non mi sento convinta e dopo mi chiedo se ciò che ho detto lo penso veramente.
Sto vivendo nella mia mente, ma ho paura che non sia solo ansia perché chi ha il disturbo ossessivo è consapevole che si tratta solo di pensieri. Perché io invece ho sempre il dubbio?
Quando provo a non dare peso ai pensieri mi sento sempre come se avessi una maschera perché dentro in fondo provo un senso di angoscia e timore.
Temo che in realtà io non voglia uscire da questa situazione, perché mi sento come paralizzata, i dubbi mi fanno stare male e non so cosa fare.

Siccome tutti mi dicono che sono solo pensieri adesso ho paura che tutti i miei pensieri siano finti! Non mi sembra normale tutto questo.

Perché sento come se avessi paura di abbandonare i pensieri ? È come se avessi paura che potrei fare qualcosa di strano se smetto di averli.
Ho una grande confusione in testa perché ?

[#8] dopo  
Utente 518XXX

Per favore ho bisogno di un consiglio nell’attesa della visita psichiatrica.
È possibile che io mi sia già convinta che tutto questo non sta succedendo realmente e che sia degenerato in una psicosi ? Probabilmente la persona non si rende conto di avere una psicosi, ma ho paura che io mi stia inventando tutto e in realtà abbia una crisi psicotica. Sono molto confusa.