Utente 516XXX
Scrivo questo post, che altro non è che una palese e dilaniante richiesta d’aiuto verso chi ha competenze in merito. Ho paura, una paura che mi toglie il fiato, mi stringe i polsi e mi trascina nel baratro dell’ignoto. Sono 3 mesi che non riesco più a vivere. Non vivo perché ho paura di morire. E non parlo di una paura sfumata, vaga e senza alcuna forma parlo di una paura che da tale che era è diventata una sensazione che ho stampata addosso sul e dentro il corpo. Ho la sensazione costante di morte 24h su 24 con i sintomi fisici che ne derivano. Non sono semplici attacchi di panico è una vera e propria sensazione di morte che inizia al mattino appena sveglia e termina la sera quando chiudo gli occhi. Avverto la morte addosso, credo di avere delle allucinazioni corporee perche è come se avvertissi dei sintomi che non esistono: tutto il giorno a tutte le ore il mio petto è stretto da una morsa, idem la mia gola e c’è un’orrida sensazione di svenimento e confusione. Ho dei veri e propri attimi in cui penso di essere morta o essere nel pre morte. Sono convinta OGNI SECONDO che mi stia per venire un arresto cardiaco o un infarto. Sono addirittura arrivata a pensare che il solo pensare di star per morire mi possa far morire e non credo nemmeno se sia scientificamente possibile. Sento di dover morire a minuti, anche ora. Mi sento lontana dal mondo terreno, perché penso d essere a un passo dalla tomba. Non faccio altro che immaginare e vivere momenti nella mia mente in cui muoio e tutte le cose a me più care si allontanano. Inizialmente correvo in ospedale ma ora la sensazione di morte è diventata talmente forte che sto iniziando a pensare che nemmeno il correre li mi possa aiutare. È come se il destino fosse ormai segnato.Ho chiesto aiuto a una psicologa psicoterapeuta ma sembra davvero essere nullo, credo no abbia minimante capito l’entità del problema, passiamo 45 minuti a parlare delle mie ex e presenti relazioni sentimentali e di cose futili e davvero di significato nullo come il fatto che sono disordinata o il fatto che parlo veloce o ad esempio il fatto che sono maniaca del controllo. Intanto passo le mie giornate a tentare di difendermi da una morte che credo possa colpirmi da un momento all’altro. Non riesco a scrivere , leggere, mangiare perché credo di non riuscire ad arrivare alla fine di ogni azione perché la morte si imbatterà su di me. Sono fisicamente super controllata ( vengo da un periodo in cui facevo 12 ecg alla settimana ) , sana e con nessuna problematica di salute. Ma non faccio altro che pensare che presto avrò un attacco di cuore che non mi lascerà scampo.Ho paura, ho bisogno di aiuto e non so che strada prendere, non so nemmeno da dove iniziare.Alle volte ho anche alcune crisi in cui penso che il mio corpo sia debole pronto alla morte, inoltre vane sensazioni corporee come l’aria calda all’interno della bocca o il blocco respiratorio dovuto ad esempio a un raffreddore mi fan sembrare questi sintomi di morte. Ho bisogno di aiuto.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Deve rivolgersi ad uno specialista in psichiatria per una valutazione ed un trattamento appropriati.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 516XXX

Devo quindi lasciar perdere il trattamento psicologico? Ho pensato sin da subito che forse non era appropriato.. Forse il mio problema deve essere preso sotto mano da uno psichiatra.. ma quelle che avverto potrebbero essere allucinazioni corporee ?

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Le allucinazioni corporee non esistono.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#4] dopo  
Utente 516XXX

E come lo si descrive questo fenomeno dottore? Perché io non riesco a trovare nessun caso simile al mio, nemmeno in letteratura, non trovo nessuno che pensa di star continuamente per morire o che avverte sensazioni del suo corpo che in realtà non ci sono