Utente cancellato
Salve sono un ragazzo di 20 anni e ho un forte dubbio da un po di tempo. Che penso sia anche normale. Ho un padre bipolare/o schizofrenico, in realtà non so esattamente che sia. Ma penso sia bipolare comunque. So che si è ammalato a 25 anni. Anche se già dall'età di 20 anni prendeva tranquillanti e così via. Gli è morta la mamma quando aveva solo 8 anni e probabilmente il trauma non è stato seguito bene da uno specialista a suo tempo. Poi successivamente si è immerso in uno studio disperato in medicina e di li a poco appunto a 25 anni è sfociato in un esaurimento e nella sua malattia. Anche mia zia con la quale vivo da quando ne ho ricordi ha avuto le stessa esperienza ma è sana. Mi chiedevo.. la malattia di mio padre è ereditaria? Si può trasmettere da padre in figlio? Ultimamente sono molto giù al pensiero... ho vissuto in un ambiente sano, tra amichetti, e viaggi grazie a mia zia, quindi non ho avuto traumi che mi hanno destabilizzato negativamente. Anzi! Ho avuto un trauma POSITIVO come lo definisco io. Ovvero arrivare a casa di mia zia quando avevo 5 anni! Dove ancora sono. Per poco perchè mi sto trasferendo per lavoro in Germania una psicoterapeuta che conosco mi ha detto che non è il disturbo che si trasmette ma semmai la carica. Cosa che non ho nemmeno capito tanto in realtà ahah.. cosa ne pensate? Mi potreste schiarire le idee e tranquillizzare in qualche modo? Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Portuesi

28% attività
20% attualità
16% socialità
PINEROLO (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Il disturbo bipolare ha una componente ereditaria. La schizofrenia lo stesso ma meno. Detto questo non conosco una ragione scientifica per la quale lei si debba preoccupare. I figli di pazienti psichiatrici con una diagnosi come quella di suo padre ( in ogni caso psicosi ) non sono considerati popolazione a rischio. In caso di manifestazioni di sofferenza psichica bisogna tenete conto dell' ' anamnesi familiare, ma se lei si sente bene può fare la sua vita tranquillo.
Dr Giovanni Portuesi