Utente 524XXX
Buongiorno dottori, vi chiedo un parere per quanto riguarda il rischio di ammalarsi del mio fidanzato.
Lui ha perso i genitori e si ritrova a vivere con un fratello che sembrerebbe schizofrenico,( anche se rifiuta di farsi visitare, ma con comportamenti estremamente bizzarri e allucinazioni) e una nonna anche lei malata di schizofrenia e in cura per moltissimi anni con andamento altalenante.
Purtroppo sono una persona ansiosa e con molta paura che i miei cari si ammalino e mi lascino sola e il brutto vizio di leggere online.
Ed ho trovato che ha una base genetica e può svilupparsi per un ambiente stressante.
Il suo ambiente è estremamente stressante e lui cosi stanco senza nessun aiuto.
In più ha un carattere chiuso, timido e poco fiducioso nelle persone dopo aver vissuto episodi di bullismo a scuola.
Lui è lucido e sa di essere molto stressato e prende in considerazione un aiuto psicologico o psichiatrico quindi questo mi tranquillizza un pò, ma mi chiedo visto la genetica, l ambiente e il carattere solitario se il rischio che diventi schizofrenico è alto.
Scusate il disturbo, so che sono molto molto ansiosa in questo momento ma ho tantissima paura di perderlo :(
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Se Lei raccoglie informazioni e poi le interpreta così, più che altro alimenta una sua preoccupazione, in maniera inconcludente peraltro sul piano pratico. Tra l'altro ragiona su diagnosi familiari di cui neanche è sicura.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 524XXX

La ringrazio per la risposta, ha perfettamente ragione.
So di essere terribilmente ansiosa e impaurita da questa cosa , infatti sono in cura .
Certa volte è talmente forte la paura di perdere le persone care che controllo ogni minima cosa e poi cerco rassicurazioni .
Purtroppo è una cosa più forte di me anche se sbagliata, ho bisogno di sentirmi dire che sono una sciocca a pensare certe cose.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, ma se proprio deve preoccuparsi di accertamenti preventivi, la prima cosa è sapere di preciso cosa hanno i familiari, altrimenti si va su malattie tra loro diverse.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 524XXX

La nonna è stata diagnosticata a volte bipolare a volte schizofrenica, mai arrivati a diagnosi certa. Comunque con le cure una donna piuttosto indipendente e lucida con qualche ricaduta negli anni. Il fratello non si sa e non si riesce a far nulla. I genitori invece non avevano disturbi
Grazie ancora

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Che non si sia arrivati ad una distinzione del genere in (presumo) anni di disturbi è strano. Che il disturbo sia intermittente e lasci comunque una normalità che nel tempo si mantiene, già dovrebbe orientare la diagnosi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it