Utente 293XXX
in passato facevo uso di stupefacenti cannabis e questo mi portava ad avere delle bizzarrie comportamentali ho combinato molte stramberie, come correre, saltare a volte inginocchiarmi ma tutto questo dentro di me aveva un senso, avevo intrapreso con metodi poco ortodossi una campagna per fermare o quantomeno ridurre le vittime degli incidenti stradali, facendo ciò quando ero in quella frase prima di tutto la gente mi a frainteso, credendomi sono uno sballone pazzo, e con un pizzico di dicerie pure pericoloso, da premettere che io non ho mai toccato una persona anche quando stavo male,ma non finisce qui io proseguivo la mia battaglia con metodi anche ortodossi aprendo pagine FB dedicate al tema che avevo al cuore presentando petizioni sia al parlamento sia all' Unione europea, ma la gente non mi ricordava per questo, nessuno che mi abbia detto bravo sei tu che pubblichi dei moniti sulla sicurezza, anzi sono diventato oggetto di bullismo per non dire di vera e propia violenza, racconto due episodi una volta senza alcun motivo i ragazzi che vendevano il fumo mi hanno fatto spostare da dove c'era gente minacciandomi con una bottiglia rotta e mi anno preso a calci e pugni fino a quando non sono svenuto,altre volte mi levavano il cellulare dalla tasca e lo sbattevano per terrea distruggendolo o me lo rubavano quando uscio dal tetto della sala giochi mi tiravano addosso dei gessetti, quando volevo o voglio andare in un locale e spesso e volentieri arriva uno dello staff e mi dice che io non sono gradito,poi anche invenzioni ragazzi mi dicevano ma e vero che ieri tiravi i capelli ad una sopra il motorino, certo qualche persona buona anzi abbastanza ci sono che anche i quei momenti avendo capito che non facevo male a nessuno mi teneva un pò di compagnia, dopo l'applicazione di una misura di sicurezza a causa di molteplici denunzie in stato di ebrezza isono andato a finire sotto il giudice di sorveglianza, pe la mia vita è stata una piccola svolta, pure a causa degli orari di rientro impostomi mi sono pure allontanato dalle drghe, ma ora dopo molti mesi io nella città abbastanza piccola sono un ombra le persone per bene sono prevalentemente indifferenti e gli altri che non sono proprio degli stinchi di santi continuano a bullizzarmi anche se ora diviene piu' noioso e difficile ma la battuta non manca mai, l unica certezza e mia madre che di anni 78 e che ha speso la vita per me,venendo undo ero in TSO ogni giorno anche prendendo la circolare non è mai mancata un giorno, quando ero fuori con i miei atteggiamenti bizzarri si spesso e volentiri usciva da casa sola e vedova per cercare di farmi rientrare a casa, nel luogo in cui vivo sembra tutto sparito, l'educazione, la comprensione, l'amicizia almeno per me unico mio conforto affettivo è mia madre e le numerose fiction che seguo.. che mi danno un barlume di speranza
.non so cosa dire sono solamente un ombra, un ombra totale se non fosse per la mia dolce mamma..
Chiedo una vostra opinione e consiglio

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Ciò che ha scritto non ha nessun nesso logico.

Se eventualmente necessita di un consiglio clinico dovrebbe specificare meglio la richiesta.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it