Utente 527XXX
Salve, buonasera.
Il mio è un semplice consulto al fine di "sapere".

Soffro di somatizzazione dell'ansia, con frequenti dolori al petto, ora assumo Sulamid e va decisamente meglio.
Inizialmente, però assumevo paroxetina Serestill.
All'inizio della terapia, più di un mese fa, feci l'errore stupido e arrogante di sovradosare il farmaco in questione.
Risultato: un mal di testa mai sperimentato in vita mia, con dolore "a cerchio" accompagnato da bruciore/scosse elettriche (nella stessa zona).
Il giorno dopo mi sono svegliato con la mandibola tutta indolenzita, non riuscivo ad aprirla se non a stento era "pesante".
Ho pranzato e cenato con difficoltà e, salvo frequenti ricomparse di minore entità, quel mal di testa non l'ho mai più avuto.

La mia domanda è: ciò che ho avuto un mese fa rientra negli effetti collaterali del sovradosaggio di paroxetina oppure dovrei indagare più a fondo, facendo controlli neurologici?

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
La sua domanda in realtà scaturisce dal fatto che non è in compenso per la sua patologia che attualmente non è trattata in modo adeguato.

Il mal di testa è correlato al fatto che ha assunto la terapia in modo errato non seguendo le indicazioni.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it