Disturbo bipolare, aumento di peso, alimentazione

Salve,
Ho 29 anni e soffro di disturbo bipolare. Ho avuto, in tutto, tre episodi maniacali, il primo dei quali sette anni fa. Da allora, e per circa cinque anni, sono stata curata con zyprexa a vari dosaggi: il mio appetito e il mio peso sono notevolmente saliti in quegli anni. Dal 2017 ho smesso di prendere lo zyprexa, il che mi fatto perdere circa 30 chili: la mia terapia all'epoca consisteva solo nel resilient, trittico e topamax. Per circa un anno e mezzo il mio peso si è mantenuto costante. Da settembre, però, in accordo con il mio psichiatra (avevo disturbi di concentrazione, pensieri un po' ossessivi) prendo abilify prima da 10 e poi 5 mg. Sono ingrassata di nuovo, e quasi 20 chili. Abbiamo provato a scendere a 2,5 mg ma l'appetito rimane e le abbuffate anche. Mi chiedo se il responsabile sia davvero l'abilify (il mio psichiatra lo esclude) o una sorta di fame nervosa che non riesco a placare. La mia domanda è questa: secondo le vostra esperienza l'abilify a un dosaggio così basso (5mg) può indurre questo aumento di peso? Se sì, qual è il miglior modo di agire? Se, altrimenti, è fame nervosa, come procedere?
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 37,2k 898 270
Gentile utente,

più che altro, dopo averlo introdotto ha preso peso. La cosa è possibile, anche se questo effetto è minore che con altri (statisticamente).
Se l'appetito è aumentato lo può autovalutare. Se invece ci fossero problemi metabolici, si vede con gli opportuni esami del sangue.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

Mangiare in modo sano e corretto, alimenti, bevande e calorie, vitamine, integratori e valori nutrizionali: tutto quello che c'è da sapere sull'alimentazione.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test