Utente 549XXX
Sto assumendo per disturbo ossessivo-compulsivo
150 mg di Zoloft
5 mg di Abilify
20 gocce di xanax

la terapia mi provoca fortissima sonnolenza tale per cui sono impossibilitato a guidare la macchina o ad andare a lavorare, inoltre lamento insonnia. Esistono degli antipsicotici che non provochino sedazione? in virtù del loro nome, quali sedativi maggiori, immagino di no.

Questo è un problema perché io ho necessità di andare a lavorare.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Innanzitutto, esiste un motivo per cui debba assumere antipsicotici ? Se la diagnosi è doc, un anti-doc di base non è ritenuto sufficiente ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 549XXX

trattasi di doc resistente all'utilizzo di anti-doc

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In realtà il resistente si definisce quando non c'è risposta a dosi massimali, e allora una strategia è l'aggiunta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 549XXX

senta, il non so il motivo per la quale mi è stato prescritto Abilify e pertanto in qualità di paziente non dovrei essere interessato a ciò, ma dovrei limitarmi ad assumere detta terapia. Il problema è che se assumo questa terapia non riesco a lavorare perchè ho una sonnolenza e uno stordimento fortissimo. Ma una persona che assume questi antipsicotici come fa ad andare a lavorare ed essere prestante?

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In qualità di paziente certo che ha senso che si interessi della strategia, ovvio non della tecnica in termini di neurochimica, o di un farmaco piuttosto di un altro.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 549XXX

l'associazione di SSRI e antipsicotico atipico è indicata nel DOC. Pertanto non vedo per quale motivo dovrei dubitare della cura.

La cura sarà anche efficace ma mi provoca degli effetti collaterali insopportabili

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Vedo che però non legge attentamente. Sto parlando della definizione di doc resistente. Resistente a terapie di prima linea a dose piena. Questa non è a dose piena. Quindi il concetto di "Potenziamento" è improprio, si potenzia qualcosa che funziona non appieno e a dose massima. Se non funziona per niente, o se non è a dose massima, il procedimento cambia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 549XXX

ho capito il ragionamento,
tuttavia la mia domanda riguarda l'utilizzo di Abilify?

com'è possibile che questo farmaco provochi molta sedazione, è possibile trovare un alternativa?

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il ragionamento parte appunto dal perché si debba usare un analogo dell'abilify, perché solo per il fatto che non c'è risposta ad un antiossessivo a dose non piena, cioè non significa che la sola strada sia associare un antipsicotico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 549XXX

buongiorno,
riporto quanto detto dal mio psichiatra, ovvero che l'antipsicotico serve a contrastare i pensieri ossessivi.

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Allora facciamo a non capirci. Le ho spiegato già il discorso.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 549XXX

Buongiorno,
ho capito che prima di associare l'antipsicotico bisognerebbe portare il farmaco SSRI a dose piena secondo le linee guida, ma poiché non sono uno psichiatra non posso decidere questo. E poi siamo sicuri che portare l'SSRI a dose piena sia corretto in tutti i casi? come fa a dirlo senza una valutazione diretta?

Se non devo usare l'antipsicotico tanto meglio mi risparmio un sacco di effetti collaterali.

io ho chiesto semplicemente perché l'antipsicotico crea sedazione e se esistono delle alternative altrettanto efficaci ma prive di questo invalidante effetto collaterale.

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Mi scusi ma la valutazione diretta riguarda il caso singolo. Io parlo di prassi basata sulle esperienze maturate fino ad ora dai dati.
Effetti come quello ce li possono avere anche farmaci non antipsicotici.
Rimane il fatto che se non tollera un effetto caratteristico di una classe, partirei con lo stabilire se per forza deve usare questa classe di medicinali.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it