Utente 503XXX
Buonasera. Assumo da circa un anno alprazolam gocce per ansia generalizzata e somatizzazione. 10 gocce mattina. 10 pomeriggio. 10 sera. Nel corso dell'anno le ho varie volte scalate fino a 7/7/7 per poi comunque riaumentare al massimo di 10/10/10. Oggi la mia psichiatra mi ha suggerito di passare a en. 1 cp mattina e 1 al pomeriggio. Dicendomi che posso comunque affiancare alprazolam al bisogno. Io ho molta paura di questo cambiamento anche se mi accorgo che alprazolam da solo non mi aiuta a stare meglio. Chiedo se questo passaggio (togliendo alprazolam che agisce piuttosto in fretta) può creare un aumento dell'ansia che avverto e degli effetti fisici (palpitazioni, giramento di testa.. . ) che ne conseguono. Grazie

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

alprazolam non agisce né in fretta né lentamente se lo sta assumendo da tempo alla stessa dose, è neutro. Non si capisce neanche perché la terapia sia stata questa. La sostituzione può migliorare parzialmente almeno il ricorrere di micro-astinenze tra le dosi di alprazolam, per il resto però sarebbe da valutare una cura per il disturbo, e una diagnosi più precisa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 503XXX

Grazie per la risposta. La cura è stata questa pervhe io non reggo gli antidepressivi. Tutti quelli che ho provato avevano su di me pesanti effetti collaterali. Di fatto però vivo male e il solo xanax non mi cambia la situazione. Spero che cambiando farmaco io possa star meglio. Ritiene che il cambiamento da xanax a en possa portarmi effetti collaterali difficili da sopportare. Grazie ancora e buon lavoro

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Per "pesanti effetti collaterali" intende iniziali o durante lo svolgimento di una terapia efficace sull'ansia ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 503XXX

Intendo nel passaggio da un farmaco all'altro. Io dovrei prendere oggi en al posto di xanax. Data la forte ansia ho preso comunque xanax 10gocce al risveglio. Avrei dovuto prendere en... Ma ho paura degli effetti. Posso sostituire l'uno con l'altro senza stare male? A che ora potrei prendere eventualmente la compressa di en? E una volta presa dopo quante ore potrei eventualmente riprendere xanax?. Ho paura che essendo abituata a dosaggi bassi accumulare tutto questi farmaci possa essere troppo.

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, ma io dicevo cosa intendeva per effetti delle medicine provate e non tollerate in precedenza.
Per a sostituzione è un problema di dose equivalente e di effetti rapidi o meno, che il suo medico mi pare aver già previsto come questioni. Per il resto deve seguire lui, non chiedere qui prescrizioni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 503XXX

Ah mi scusi non avevo capito. Ho provato dopraxin e zarelis. Entrambi mi hanno fatto stare malissimo. Capogiri. Ansia elevatissima. Pupille dilatate. Senso di paura. Le ho smesse con approvazione della mia psichiatra perché veramente debilitanti. Non riuscivo né ad andare al lavorò né a stare con i miei figli lucidamente. Ora ho il terrore di iniziare altre cure. La mia dottoressa è molto brava ma molto sbrigativa. Non mi ha spiegato bene come effettuare il passaggio da una bemzodiazepina all'altra... O meglio... Mi ha detto di cambiare e basta e aggiungere xanax sto male. Ma io sto male sempre.... E l'idea di cambiare non aiuta

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In questo caso, ci sono due aspetti da considerare. In primo luogo, questi sono effetti iniziali, relativamente comuni ma previsti nel decorso, non sono segno che la cura è paradossalmente sbagliata. In secondo luogo, ci sono altre classi di medicinali che magari potrebbe tollerare bene.
L'uso di benzodiazepine non è totalmente inutile, ma in questo caso forse con il passaggio all'en un certo effetto è recuperato e mantenuto. Tuttavia, non sono la prima scelta nel trattamento di questi disturbi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 503XXX

Grazie. Allora provo a prendere en... Seppur con 1000 paure. Aspetto dopo pranzo avendo preso xanax stamattina? Anche la mia dottoressa mi ha suggerito l'ipotesi di tentare con altri farmaci diversi dai precedenti provati....ma il terrore di stare come quando ho provato questi due mi blocca. Io spero di riuscire a migliorare questa situazione e risolverla al più presto. Sono in un loop di paure e somatizzazioni che rendono le giornate invivibili.grazie per i suoi consigli e se può mi dica se come orario per l'assunzione di en può andare bene mwzzogiorno e se un'intera capsula(13gocce!!) non è troppo.... Grazie infinite

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non deve porre qui domande su cosa assumere. Non insista con questo tipo di richieste.
Lei ha un rapporto con la sua dottoressa, ha ricevuto una prescrizione.
Non si gestisce una cura facendo riferimento a un sito.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it