Sospensione daparox

Buongiorno, ho 34 anni e da circa 10 soffro di attacchi di panico ed ansia curati sempre con daparox, 1 compressa/die. Ho provato molte volte a ridurlo, gradualmente, come indicato dal medico ma appena ritornavano i sintomi si doveva ricrementare la dose.
Ultima volta dopo aver mantenuto per parecchi mesi la dose di 5mg/die, sono riuscita finalmente a toglierlo: da più di 1 mese non lo assumo più.. .
Ma ecco da5gg tornare i sintomi ben conosciuti (senso di oppressione al petto, mal di stomaco, respiro affannoso, dolore alle gambe) spt nei luoghi pubblici. Ieri ho avuto tentazione di riprendere almeno5mg per stare meglio. È effetto collaterale della sospensione (anche se dopo 1mese e con dose minima) o riacutizzarsi della malattia, tenuta sotto controllo sino ad oggi? Il medico dice di vederci a fine mese (al suo rientro) ma se sto male di non tornare indietro col daparox e provare un altro farmaco, meno invasivo, trittico, nella posologia di1/3. Non so che fare.. Non è che questo nuovo farmaco mi provochi effetti indesiderati difficili da gestire? Grazie mille del supporto
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.5k 992 248
Non ho capito. Che cosa ha di "invasivo" il daparox rispetto ad altri farmaci ? Intende dire effetti collaterali che aveva col daparox ?
In ogni caso, se soffre di disturbo di panico (non è chiaro cosa significhi panico e ansia), il trittico non è specifico.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per il celere riscontro.. A dir la verità, non so che cosa intendesse medico al telefono.. E mi riprometto di chiederglielo al suo rientro. Io non ho mai avuto particolari effetti collaterali col daparox, l'ho sempre ben tollerato. Spero di non star troppo male in questo periodo!
Cordiali saluti