Depressione e ansia

Buona sera, qualche tempo fa, 4 mesi, per l'esattezza, ho avuto a che fare con il mio primo attacco di panico, almeno all'inizio non lo sapevo, poi secondo piu pareri sembra sia così, bene da settembre ho fatto una vita di paura, ed incontrando un medico sbagliato ho avuto anche un cenno di depressione, mi suggeriva dei farmaci che sfido poteva dare come ha fatto, ovvero ha iniziato con dello Xanax che mi ha causato problemi di umore e poi senza una gradualità mi ha fatto passare al lexotan 25 gocce al giorno, lho assunto due settimane poi ho dovuto buttarlo perché subivo gli effetti collaterali e stavo peggio di prima, ma il più orrendo è stato lo Xanax, malessere depressione, un incubo, non riuscivo nemmeno ad uscire, e la sensazione di perdere il controllo era terribile quella di uscire pazzo, tutte queste fobie, allorché mi presento da una psicologa, preciso che io somatizzo ai occhi, vedo tipo mosche per capirci, puntini ecco, ed in più a volte guardando mi capita un effetto neve, bene Comunque parlando con questa psicologa dopo un mese e mezzo riesco a prendere il mio primo mezzo pubblico, la metro, tuttora esco ma sento una leggera depressione per la galera che mi ha causato per più di tre mesi l'ansia, anzi a volte ho picchi d'ansia, ma facendo riferimento al fatto che sto fisicamente bene e che non ci sia motivo di stare male, in qualche modo riesco, ma quel senso di malditesta e leggera depressione e un po di frustazione restano, tranne quando sono immerso in qualche fortunata giornata di lavoro, tutt'oggi quella sensazione di perdere il controllo o avere un attacco di panico un po mi I segue.
Più o meno ho detto tutto, tranne la sintomatologia del attacco la prima volta
[#1]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 3.9k 192 21
La sua domanda qual è?

Franca Scapellato

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottoressa intanto la ringrazio per la sya risposta, descrivendo buona parte di quello che vivo pensavo mi riuscisse a delucidare anche se non maniera completamente esaustiva in quanto non sono davanti a lei, almeno una idea, per quanto vivo la sensazione di perdere il controllo quando mi trovo davanti a situazioni di nervosismo che nella mia famiglia non mancano, vivendo una situazione di precariato ovvero non lavoro, mi chiedo cosa posso fare e che idea mi posso fare, ulteriormente, visto che già c'è lho, ma un consiglio in più da un professionista mi avrebbe sollevato.
[#3]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 3.9k 192 21
Sta facendo una psicoterapia che per fortuna, grazie all'impegno suo e della terapeuta. funziona, ora si tratta di continuare a gestire ansia e nervosismo quando arrivano, cioè non lasciarsi travolgere senza pretendere miracoli; più si esercita, più migliora. La paura di stare di nuovo male ce l'hanno tutti, è bene parlarne con la psicologa durante la terapia.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la sua risposta, e che in famiglia qualcuno mi provoca dicendomi che mi rinchiuso o, e ho delle situazioni in casa dove ormai sto a disagio, e ho avuto un attacco, ho perso la mia serenità a stare da mio fratello, la mia dottoressa mi dice di darmi un tempo, di un mese, perché tornare da mia madre sarebbe pessimo, ma qui non c'è la faccio a stare più, ed il nervoso va 200,non so che fare, premetto che non sto nemmeno lavorando, e la frustrazione delle vicessitudini più stupide mi uccide, non ho una terapia, la neurologa mi ha dato del neuropas forte, il fatto è che l'ansia ogni giorno somatozza.

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto