Utente 583XXX
Salve dottore confido veramente tanto in una sua risposta, poiché sto passando veramente giorni d'inferno.
Tutto è iniziato una mattina di ottobre con sintomi che poi si sono aggiunti di più, mi sveglio già preoccupata per alcuni esami che dovevo fare.
Dopo un po' mi accorgo di non vedere bene i miei sintomi che si sono presentati gradualmente.
Vista annabbiata, tantissime mosche volanti, l'immagine mi rimane impressa sulla retina, vista doppia solo al mattino, vedo bagliori di luce che se focalizzo bene non esistono, luci allungate, vista doppia delle scritture luminose in orizzontale, scintille, dolore, sono diventata miope all'improvviso, fotofobia, a volte mi sembra tutto giallastro (tutto non è mai passato).
Stanchezza cronica, fisica, nelle braccia e nelle gambe.
Presento tremori, mi tremano le mani quando mi stanco e le gambe, dolori tremendi agli arti, bruciori sparsi, sensazioni di spilli anche in testa, formicoli, mal di schiena soprattutto quando abbasso il collo, sono diventata tutta rigida alle spalle, rigidità gambe braccia, fascicolazioni.
Ho forti mal di testa come se avessi avuto una botta.
Dolori al viso.
Alle orecchie sento un continuo fischio basso che non va via fastidiosissimo, senso di ovattamento, mi rimbombano i suoni e le voci.
Ho perdita di memoria e soprattutto di mattina mi sento ubriaca, sto soffrendo di depersonalizzazione, da quel giorno sento che questo non è più il mio corpo non sono più come prima, mi sento confusa e ho perso la cognizione del tempo, all'improvviso ricordo cose vecchie mentre quelle recenti le dimentico, mi sembra di essere scema, mi stanco anche solo a fare una semplice spesa, a volte ho l'affanno solo a parlare.
Prima di parlare devo prima pensare a cosa dire e poi quando parlo mi rimbomba la voce in testa.
Ho iniziato a perdere la sensibilità ad una mano ma da questo mese l'ho persa per tutto il corpo, non ho più coordinazione.
Ho incontinenza alternata a stipsi urinaria non svuoto del tutto la vescica.
Ho nausea da 4 mesi sensazione di irrigidimenfo allo stomaco come se una Cinta mi stringesse la vita.
faccio fatica a respirare come se avessi una Cinta che mi stringesse il petto, faccio fatica a deglutire.
vertigini sono sempre a letto, senso di svenimento, sto soffrendo di depressione piango sempre e mi sento fragile.
Ho fatto tante visite, oculistiche, neurologiche, ho fatto PEV, 3 risonanze una a Novembre encefalo negativa, una a Dicembre encefalo e tronco encefalico con conseguenze angio ngt e una a gennaio con e senza mdc encefalo rachide cervicale e dorsale, fatti analisi immunologici, esami tiroide, visita reumatologa negativi.
Poiché quando ebbi i primi problemi di vista lessi su internet mi uscì la sclerosi multipla io sono convinta di averla.
Ho tutti sintomi aggiunti pian piano che non vanno via.
La mia domanda è com'è possibile che i problemi alla vista come mosche volanti sia legato all'ansia ho fatto un campo visivo uscito un po' male ma non ho premuto il tastino alcune volte pur vedendo le luci che mi apparivano.

[#1]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in medicina si può ricorrere a quella che viene definita " diagnosi di esclusione", avendo cioè tutti gli esami negativi relativi a quel corteo sintomatologico, si può iniziare a pensare ad un disturbo psichico che sottenda il tutto, se questa è la conclusione alla quale sono arrivati i medici che fin qui l'hanno visitata , vuol dire che dovrà intraprendere un percorso di cure psichiatriche,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 583XXX

Ma l'ansia può portare a tutti questo anche incontinenza... Faccio sempre pipi ma poca...

[#3]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
forse è necessario fare un pò di chiarezza:
l'incontinenza urinaria è la perdita involontaria di urina, invece la necessità di urinare frequentemente piccole quantità di urina si chiama pollachiuria e ha molteplici cause, tra le più frequenti un'infezione urinaria tipo cistite e anche se meno frequentemente l'ansia
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#4] dopo  
Utente 583XXX

Salve dottore si vado sempre in bagno ma poco sono stata dal neurologo per l'ultima volta mi ha visitata e mi ha detto che la visita è perfetta e controllato gli ultimi esami fatti anche essi perfetti mi ha detto che non è un disturbo organico.. E che dovrò per lui aspettare sei mesi da questi sintomi se non vanno via potrò comunque seguire un percorso da un psicologo pschiatra

[#5]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
quindi il sintomo è la pollachiuria, se lo specialista ha consigliato una visita psichiatrica e se il disturbo le causa notevole disagio e condiziona la sua qualità di vita, non le resta che procedere in tal senso senza aspettare molto,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#6] dopo  
Utente 583XXX

Grazi dottore per la risposta il problema è che io mi sono convinta di avere una malattia neurologica perché i sintomi sono quelli... Dando poca fiducia anche ai test fatti..

[#7] dopo  
Utente 583XXX

Dottore mi scusi ancora per il disturbo vorrei tanto un suo parere poiché sono un po' confusa e stanca tra neurologia e psichiatra, sono in un limbo... Praticamente la mia vista sta peggiorando vedo tutti i colori in modo strano, dolori atroci ogni volta che muovo le mani, le gambe ecc... E in più ho una diminuita sensibilità a tutto il corpo(sento caldo/freddo dolore ma il tatto è diverso soprattutto quando sono in acqua) quando cammino non mi sento le gambe non riesci più a ballare e fare le cose che facevo prima e sono sempre stanca per non parlare di nausea e mal di stomaco. Però ho rifatto una risonanza completa di tutto con e senza mdc ma non ha rivelato nulla... Sono stata dimessa con la diagnosi di disturbo da conversione. Vorrei un parere su questo disturbo e se è normale che porta tutti questi problemi in modo da provvedere... Spero tanto in un suo consiglio non vorrei che si fossero sbagliati e continuo a star male senza essere più creduta... Sono una ragazza di 23 anni e da quel giorno non sto capendo più niente...

[#8] dopo  
Utente 583XXX

Dottore intanto la mia famiglia mi maltratta perché non mi crede più... E io sto pensando di non continuare più a soffrire in questo modo...