x

x

Quetiapina rilascio prolungato differenze e modalità di assunzione

Gentili medici,

Per un disturbo bipolare tipo 2 assumo Quetiapina.


Inizialmente 2 volte al giorno poi una sola volta la sera in quanto la dose mattutina interferiva con le attività quotidiane causa sonnolenza.


L'effetto non è stato ottimale in quanto soprattutto con una sola assunzione serale il giorno dopo avvertivo un calo dell'effetto.
Questo mi accadeva anche quando lo assumevo due volte al giorno perché tra una dose e l'altra sentivo un effetto come altalenante.


Riferito tutto al mio curante mi ha prescritto Quetiapina rilascio prolungato e ho notato una netta differenza in positivo.
Però mi ha detto che alcune persone si trovano bene anche col rilascio normale quindi presumo sia soggettivo?


Comunque vi scrivo per avere delucidazioni tecniche.

Il mio curante mi ha dato come orario di assunzione le 23:00 e di assumerlo rigorosamente a stomaco vuoto.


Io però diverse volte incontro difficoltà ad assumerlo a quell'ora perché può capitare che ceno tardi o a volte sono già stanca ed ho già sonno quindi mi secca essere vincolata per aspettare quell'orario.


Il mio curante mi ha allora lasciato libero arbitrio per l'orario di assunzione a patto che sia esclusivamente a stomaco vuoto.



-Vorrei un parere circa l'orario di assunzione.

Io avevo pensato di assumerlo verso le ore 17.
Secondo la vostra esperienza quale sarebbe una fascia oraria adatta?


-Vorrei anche sapere che differenza c'è tra il rilascio immediato e quello prolungato in termini di efficacia.


Grazie in anticipo

Cordiali saluti
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 898 61
Lo stomaco deve restare vuoto due pre prima e due ore dopo, per cui deve calcolare l'orario.

L'efficacia è la stessa la distribuzione è differente.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Attivo dal 2020 al 2020
Ex utente
Gentile Dottor Ruggiero

Grazie per la sua risposta.

Ma a parte la differente distruzione, la formulazione a rilascio prolungato è più tollerata ?
Il mio psichiatra mi aveva detto che alcune persone si trovano bene anche col rilascio normale. A me invece sembrava come se durasse poco la durata dell'effetto.
È una cosa soggettiva di sensibilità?
Il rilascio immediato era più comodo perché poteva essere preso sia a stomaco pieno che vuoto ma era altalenante l'effetto.


Cordiali saluti
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 37.7k 898 61
La stabilità del rilascio prolungato è maggiore per cui la distribuzione del farmaco è più costante nel tempo tra somministrazioni consecutive.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/