Utente
Salve, il mio fidanzato ha avuto uno scompenso psicotico tale da subire un tso qualche mese fa.

In passato ha assunto serenase cp che aveva sospeso da qualche tempo, in accordo con il suo psichiatra.

La diagnosi alla dimissione è stata "psicosi paranoide cronica".

Attualmente è seguito dallo psichiatra del csm di riferimento che lo tiene in cura con Haldol fl i.
m. 1 ogni 20 gg.

Lo psichiatra afferma che si tratta di un disturbo dello spettro psicotico e che può avere guarigione completa.


Al momento il mio fidanzato è cosciente della sua patologia e segue questa terapia...lamenta solo sonnolenza in vari momenti della giornata.


Volevo sapere, si può davvero guarire?
O sarà una patologia che rimarrà tale a vita e porterà a nuovi scompensi?

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Nell'ambito dei disturbi psicotici, classificati inoltre come cronici, la valutazione di guarigione si esprime come remissione dalla sintomatologia psicotica a seguito del trattamento farmacologico assunto.

Si distinguono alcune fasi di valutazione, ma in questo caso la dicitura "cronica" indicherebbe la persistenza della malattia in modo continuativo.

Pertanto, la terapia andrà mantenuta per tempi lunghi con delle valutazioni periodiche successive per comprendere l'andamento della malattia nello specifico.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#2]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Dopo un episodio ad un certo punto andrebbe capito che tipo di psicosi è, per prevedere se è un decorso continuo, intermittente, se si prevede una fase depressiva dopo al fine della psicosi etc.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#3] dopo  
Utente
Vi ringrazio molto per la disponibilità e i vostri consulti.
Da ciò che è stato espresso deduco che ci sono casi di guarigione accertati..ma in questo caso non devo attendermi una guarigione o per lo meno non in tempi brevi.

In ogni caso, se ci dovessero essere scompensi in futuro, con l'avanzare dell'età e dei problemi "sociali" ( per esempio con l'arrivo dei figli o con un matrimonio, quando aumenta lo stress per eventi quotidiani) tali scompensi andranno sempre a peggiorare in termini di entità?
Lo psichiatra di riferimento afferma che la massima entità c'è stata e che, semmai ci dovesse essere un nuovo problema, sarà molto piu lieve come manifestazione.

Avete pareri al riguardo?

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
La prevedibilità non è possibile sia in senso massimo che in senso minimo.

Non è detto che alcuni eventi possano portare a scompensi come è possibile che ci siano a prescindere o che non ce ne siano più.

Non ci sono però opzioni di valutazione in tutti i sensi.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Guarigione è un termine che si usa malvolentieri in questo caso, perché nelle forme funzionali la base spesso è strutturale (che poi sia genetica, epigenetica o altro, è oggetto di ricerca, a volte per esempio ci sono di mezzo droghe).
Le diagnosi si fanno appositamente per sapere di fronte a cosa ci si trova. Che uno si possa riprendere perfettamente è un conto, possibilissimo. Ma questo non equivale a dire che non ha più bisogno di cura o che non ricapiterà.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#6] dopo  
Utente
Dottore ma se non si può guarire..allora non si può condurre una vita normale?

Io comincio ad avere dubbi che questa persona possa accudire dei figli o essere un buon capo di famiglia..

Ci sono evidenze di persone con psicosi paranoide che sono riuscite a condurre una vita normale?
Intendo vita familiare e lavorativa?

[#7] dopo  
Utente
Se si considera che fa solo haldol come terapia.. posso aver buone speranze di una buona vita con lui?
Comincia a diventare un'ossessione questa per me..ho paura che andando avanti e mettendo su famiglia si possa creare una situazione di disagio soprattutto per i figli..
E vorrei capire quanto sia invalidante nella vita questa patologia.

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In medicina il concetto di guarigione è in generale relativo. Anche chi ha un tumore è guarito ma ovviamente un rischio c'è. Chi ha l'ipertensione sta benissimo magari ma non è guarito. Chi ha una malattia autoimmune magari sta bene ma deve prendere una cura, e così via.

Ecco, come dice giustamente, non deve diventare un'ossessione per Lei. Lei può basarsi su quello che accade, fare previsioni è un'esercizio statistico inutile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"