Utente
Buon pomeriggio, vorrei porvi un quesito.
Per un grave stato ansioso mi è stato prescritto neuleptil 2 mg per tre volte al giorno, ma dovetti sospendere la terapia per aumento della prolattina.


Come effetto collaterale ho avuto un aumento della rigidità muscolare (specialmente nelle mani e nelle gambe).
Mi è stato spietato che questa rigidità dovrebbe diminuire entro una settimana dalla sospensione del farmaco, ma oggi è un mese che l'ho sospeso ed è ancora presente questa forte rigidità muscolare?


È un effetto collaterale irreversibile?
È una somatizzazione ansiosa?


Una buon pomeriggio.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Se non si è ridotto può essere una somatizzazione.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente
Esiste qualche esame strumentale o visita medica da fare per escludere che sia il farmaco e che possa essere ad esempio una distonia?

Chiedo perché la rigidità muscolare è aumentata con l'assunzione del farmaco e non si è abbassata alla sua sospensione, come previsto.

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Non esiste nessun esame.

Può non dipendere dal farmaco
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente
Fatto dei test con il fisio dove facevo posturale per mal di schiena ma ho dovuto interrompere per via di questa rigidità, essendo molto accorciato a livello muscolare rispetto a prima. Iniziata con l'introduzione del farmaco e non è diminuita dopo la sospensione.. Esiste qualche trattamento farmacologico? (Mi è stato detto di no? non mi permette di fare attività fisica e fare il lavoro posturale.