Utente
Gentili Dottori vorrei chiedere cortesemente un consulto.

Qualche anno fa, nel mio periodo universitario, cominciai ad avere problemi nei lavori di tipo mentale.
Praticamente, in parole povere, dopo che passavo 2/3/4 ore sui libri a studiare o fare lavori pratici al pc... Cominciavo a sentire delle sensazioni di malessere.
Sentivo la muscolatura rigida, avvertivo giramenti di testa e avevo anche difficoltà a respirare.
Questo problema mi ha causato anche problemi di ansia e attacchi di panico che per fortuna ad oggi sono venuti meno (salvo qualche episodio occasionale).
I problemi d ansia li ho risolti con una terapia farmacologica molto blanda e soprattutto facendo un grosso lavoro su me stesso.
Oggi lavoro e nonostante l'intensità dei problemi si sia ridotta... Continuo ad avvertire ancora questi problemi.
Mi chiedo se trattasi solo di ansia stress o ci sia qualche problema serio dietro.
Vi ringrazio in anticipo.

CORDIALI SALUTI

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Il fatto che si ponga la domanda su questioni più grave è di per se stesso un sintomo ansioso che va preso in considerazione in virtù delle precedenti condizioni ansiose che ha riferito.



Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2] dopo  
Utente
In realtà l'ansia è stata una conseguenza di questi malesseri... Che mi hanno fatto sentire meno tranquillo e sicuro. Quindi tornando alla domanda originaria.... Mi chiedo se è normale avvertire questi malesseri dopo un lavoro che implica un certo sforzo mentale o se dietro ci potrebbe essere un problema più grave (che non so se sia psichico o organico).
Non è ansia.... Semplicemente il mio corpo mi manda dei segnali e io cerco di capire cosa mi sta succedendo.

Spero di essere stato esaustivo.
Ancora grazie per la disponibilità

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Esclude che possa trattarsi di qualcosa che ha che fare con la visione prolungata, messa a fuoco, postura scomoda etc ?
In effetti la difficoltà a respirare avrebbe poco a che fare con problemi di questo tipo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#4] dopo  
Utente
Non lo escludo, potrebbe essere... Ma nel caso cosa potrei fare per risolvere il problema secondo il vostro parere?

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Se ha dei disturbi fisici a seguito della posizione che assume è un conto. Se ha dei disturbi ansiosi a seguito del fatto che si sente oppresso dalla questione che ha questi disturbi è un altro discorso.

Discorso ulteriormente differente se lei sulla base dei disturbi fisici che ha perché ha dolore o altri tipi di sintomi li attribuisce ad una malattia sconosciuta da indagare.

Per cui o ha una igiene della postura e delle posizioni che assume per vedere come va oppure è il caso di considerare che sta nuovamente sviluppando disturbi d'ansia.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72