Utente
Buongiorno dottori,

siccome al momento non mi è possibile reperire informazioni autorevoli in merito, gradirei sapere da voi se è pericoloso assumere "farmaci da banco" per l'umore contenenti IPERICO, qualora si assumessero benzodiazepine in dosi terapeutiche tutti i giorni, per un giovane uomo adulto di età Vent'anni.


Grazie.

[#1]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Le benzodiazepine si assumono per periodi brevi e sotto controllo medico. Non ha senso parlare di dose terapeutica, perché le benzodiazepine non sono una terapia. I farmaci da banco contenenti iperico a dosi non terapeutiche perché troppo basse sono una spesa inutile. Più tempo passa senza una diagnosi e una cura efficace più rischia non solo di rimanere bloccato coi suoi problemi, ma di cronicizzare la situazione.
Franca Scapellato

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottoressa, la ringrazio. Ma la mia domanda non era rivolta a condizioni patologiche o "terapeutiche" (so benissimo che le bdz non sono una terapia) o di come delle "condizioni patologiche" REALI si possano curare. Per quello ci vuole un consulto faccia a faccia, indubbiamente.
La mia E' INVECE una domanda PURAMENTE TECNICA che recita semplicemente "MI POTETE DESCRIVERE GLI EFFETTI DELLE INTERAZIONI TRA IPERICO E BENZODIAZEPINE e se queste interazioni dipendono anche da "età" sesso dosi ecc..".
Questo perché sono interessato ed affascinato a questa materia, la medicina e la psichiatria, e perché finalmente si faccia luce su queste "interazioni pericolose" che sono male spiegate e male esposte dalle fonti che sono ruscito a reperire. Niente di più, niente di meno.
Stia Tranquilla, non ho ne l'intenzione ne il bisogno di dispensare consigli a terze persone ne tanto meno di "farmi una pseudo terapia da solo". Personalmente se avessi problemi non esiterei ad andare da uno specialista e parlarci "a quattr'occhi".
La ringrazio nuovamente e mi scuso se non mi sono spiegato chiaramente.
A differenza di quanto da me chiarito però, come lei ben saprà, purtroppo ci sono molte persone che fanno di testa loro basandosi su spazzatura trovata in rete od ignorando le interazioni farmacologiche tra sostanze, ottenendo risultati spesso disastrosi. Quindi apprezzo il suo atteggiamento fermo e professionale atto proprio ad evitare queste possibili dinamiche. Attendo dunque una risposta, se gradite, riguardo al puro e semplice quesito "freddo", chiaro e netto che ho qui proposto a Voi Professionisti.
Cordialità.

[#3]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Gli specialisti di Medicitalia, come è ben specificato nelle linee guida, rispondono a consulti che riguardano problemi personali, non interessi e curiosità in medicina. Per questo c'è la sezione di articoli scientifici. Saluti.
Franca Scapellato

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio, ma purtroppo ho cercato con il motore interno del sito Medicitalia e non ho trovato nulla in merito, cosicché ho avuto l'idea di porre il quesito direttamente. Mi scuso se ciò è contro le linee guida, ma sull'iperico e le sue interazioni non son riuscito a trovare nulla i esaustivo dopo un'ora di ricerche.